Trama

In una notte di lampi e di tuoni Susana invoca, chiusa nella cella del riformatorio, il 'dio dei disperati' perché gli dia la libertà dalla prigione. Poco dopo l'inferiata si stacca e Susana fugge nella notte tempestosa. Raggiunge un ranch dove si fa accogliere e ospitare mentendo la sua origine e provenienza. Bionda e provocante, con la vertigine della sua scollatura, dissesta l'equilibrio del ranch fin quando viene arrestata dai gendarmi.

Note

Il titolo originale 'Susana', nome simbolo di castità per la Bibbia, e il sottotitolo 'demonio y carne' esprimono già chiaramente gli elementi di ambiguità sui cui si muove Buñuel al suo quarto film messicano. Accreditato al genere del 'melodramma rachero', con un finale imposto dalla produzione, invero è una apologia sarcastica del mondo borghese e moralista.

Commenti (2) vedi tutti

  • Un Bunuel in tono minore. Susana ha qualcosa di "Viridiana", ma in maniera meno compiuta. Certo la produzione avrà qualche colpa, però…

    commento di carlos brigante
  • voto 7.

    commento di PP
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

alan smithee di alan smithee
7 stelle

IMPULSI BUNUELIANI Nel Messico di inizio anni '50, la ribelle, conturbante seppur ancora adolescente Susana, messa in punizione presso il riformatorio in cui vive, prega solennemente dalla sua cella quel Dio a detta di altri misericordioso che le hanno imposto di riverire sin da bambina di glorificare, affinché egli la liberi dalle inferriate che ne impediscono la fuga: ecco… leggi tutto

9 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Non è immediatamente chiaro il motivo della parola 'adolescenza' nel titolo: pare che la protagonista sia fuggita dal riformatorio, quindi sia minorenne, eppure i suoi 25 anni la Quintana li dimostra tutti. Ma, dice Wikipedia, era la moglie del produttore e allora... Bunuel era ancora alle prime armi e si ritrovava costretto a lavorare in condizioni non ottimali; ciononostante non si… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Charlus Jackson di Charlus Jackson
4 stelle

Personalmente l'ho trovato un imbarazzante film a tema (i borghesi sono grigi e mediocri; l'erotismo li colorisce; reprimono l'erotismo; mannaggia ai borghesi - mi dispiace solo che Bunuel non abbia potuto vedere come i borghesi non se ne siano tanti crucciati, abbiano fatto proprio il tema e adesso inneggino al libertinaggio senza essersi evoluti tanto, anzi - lo dico in considerazione della… leggi tutto

1 recensioni negative

2019
2019
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

alan smithee di alan smithee
7 stelle

IMPULSI BUNUELIANI Nel Messico di inizio anni '50, la ribelle, conturbante seppur ancora adolescente Susana, messa in punizione presso il riformatorio in cui vive, prega solennemente dalla sua cella quel Dio a detta di altri misericordioso che le hanno imposto di riverire sin da bambina di glorificare, affinché egli la liberi dalle inferriate che ne impediscono la fuga: ecco…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti

Animalia #1 - Mi cale.

mck di mck

Cicala, oh!, cicala, che suoni, e canti, maschio, il tuo rumore bianco - amplificati schiocchi e vibrazioni a modulazione di frequenza sui 100 e passa decibel* - per tutte le femmine in ascolto, e per tutta…

leggi tutto
2015
2015
2013
2013

Recensione

mmciak di mmciak
8 stelle

"Susana-Adolescenza torbida" diretto nel 1950 da Luis Buñuel,devo dire che è splendido. La storia racconta che in una notte di lampi e di tuoni Susana invoca,chiusa nella cella del riformatorio,il "dio dei disperati" perché gli dia la libertà dalla prigione. Poco dopo l'inferriata si stacca e Susana  fugge nella notte tempestosa. Raggiunge un ranch dove si fa accogliere e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2012
2012

LA DONNA E IL FANTOCCIO

Baliverna di Baliverna

Una tematica che appare in diversi film e che mi interessa abbastanza è quella dell'uomo che si degrada e umilia per correre dietro a una donna sdegnosa e volubile, e ottenerne l'impossibile amore. Non sono forse…

leggi tutto
2011
2011

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
8 stelle

A onor del vero, non sembra un lavoro di Bunuel. Del suo stile e delle sue astrazioni, si vede ben poco. Susana è, banalmente, una storia di ordinario disordine, una sorta di prototipo delle moderne telenovelas in cui un solo elemento è capace di attrarre a sè ogni individuo maschile in circolazione, creando scompensi nei rapporti sociali destinati comunque a deflagrare. Da questo punto di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2010
2010

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Il male della vita sono le nostre ossessioni: questo principio, che il tardo Buñuel calerà con grottesca ironia nell’ambiente elitariamente perverso della borghesia europea, nel ciclo messicano degli esordi assume le primitive sembianze di un demone uscito dalla terra. Nell’ambiente rurale latinoamericano le radici del peccato sono ancora saldamente attaccate…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Non è immediatamente chiaro il motivo della parola 'adolescenza' nel titolo: pare che la protagonista sia fuggita dal riformatorio, quindi sia minorenne, eppure i suoi 25 anni la Quintana li dimostra tutti. Ma, dice Wikipedia, era la moglie del produttore e allora... Bunuel era ancora alle prime armi e si ritrovava costretto a lavorare in condizioni non ottimali; ciononostante non si…

leggi tutto
Recensione

Maladolescenza

maurri 63 di maurri 63

In fondo, non è neppure un genere. Sfogliando gli album della storia del cinema, si può osservare che di pellicole sui ragazzini ne sono state girate, eccome. Ma pochissime sugli adolescenti. E' una…

leggi tutto
Playlist
2009
2009

Recensione

Neve Che Vola di Neve Che Vola
8 stelle

E' la terza volta che lo vedo. Una giovane ragazza viene rinchiusa in cella di isolamento, e una secondina cosi' commenta, mentre si allontana: "Sono due anni che è in reclusoria ed è più ribelle di quando è entrata". Ma prega il dio dei nullatenenti, e questi la esaudisce, l'inferriata vien via, per miracolo, tra il fragore dei tuoni e i lampi abbaglianti, in una oscura notte di pioggia.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2007
2007

Recensione

Charlus Jackson di Charlus Jackson
4 stelle

Personalmente l'ho trovato un imbarazzante film a tema (i borghesi sono grigi e mediocri; l'erotismo li colorisce; reprimono l'erotismo; mannaggia ai borghesi - mi dispiace solo che Bunuel non abbia potuto vedere come i borghesi non se ne siano tanti crucciati, abbiano fatto proprio il tema e adesso inneggino al libertinaggio senza essersi evoluti tanto, anzi - lo dico in considerazione della…

leggi tutto

Recensione

teaestefano di teaestefano
8 stelle

Altro che Bunuel minore, e poco importa niente che lui stesso lo considerasse così. Questo è un ottimo film. La prima volta che lo vidi, diversi anni fa, mi lasciò tiepido, ora mi ha quasi entusiasmato. Bunuel era davvero un tipo difficile da capire. Ad es. era ateo, ma in alcuni suoi film (come questo) rappresentava molto bene concetti che sono cristiani (come me). Non so se lui ci avesse…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Zarathustra di Zarathustra
8 stelle

Bunuel nella sua autobiografia lo definiva il suo peggior film, ma questo non deve trarre in inganno. E' un film molto interessante che però non convince del tutto un pò per il finale banale più che surreale, per la scelta dell'attrice protagonista (che non è decisamente all'altezza) imposta dal produttore Dancigers (si dice che lei fosse la sua amante) e per un clima da melodramma ranchero…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2006
2006

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Non è uno dei film più importanti di Buñuel, ma non è comunque da sottovalutare. Sotto le mentite spoglie di una tradizionale commedia ranchera tipicamente messicana (una specie di precursore delle odierne telenovelas), il film nasconde tematiche e situazioni tipicamente buñueliane. "Adolescenza torbida" comincia con un miracolo alla rovescia (fatto a vantaggio…

leggi tutto
Recensione

Recensione

okkio di okkio
8 stelle

Bunuel sembra già divertirsi a mettere in evidenza il confine labile e sottile tra conformismo e anarchia, bene e male, realtà e sogno. Nonostante si tratti di un dramma sentimental-moralista, a riempire lo schermo è il personaggio di Suzana, una ventenne evasa dal riformatorio che con qualche sguardo da cerbiatto, un paio di spalle scoperte e qualche broncio posizionato ad hoc riesce prima a…

leggi tutto
Recensione
2005
2005

TAGLIARE

Dopo essere stato nel guscio è ora che si esca...ed affanculo il passato, buttiamocelo alle spalle, ogni ricordo del cazzo, deve essere solo una lezione per poi. Anche a costo di aver fatto una grande cazzata. Ma poi,…

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito