Espandi menu
cerca
Prima di sera

Regia di Piero Tellini vedi scheda film

Recensioni

L'autore

lorenzodg

lorenzodg

Iscritto dal 2 ottobre 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 53
  • Post 2
  • Recensioni 272
  • Playlist 23
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Prima di sera

di lorenzodg
8 stelle

"Prima di sera" (1953) film italiano che segue la scia del post neorealismo. Una commistione ben fatta tra commedia e dramma quotidiano: con misura, garbo ed efficacia. La pellicola antepone i personaggi ad ogni possibile meccanismo di facile convenienza.
La trama: Paolo Bancani (Paolo Stoppa) è un umile assicuratore che ha qualche problema in famiglia; dopo una notte per niente tranquilla e un battibecco con la moglie; esce la mattina da casa molto infastidito e va in farmacia per l'acquisto di sonniferi ma si accorgono dopo breve tempo di aver dato un veleno. Subito parte l'avviso alle forze dell'ordine, la ricerca dell'uomo, l'annuncio alla radio. Paolo scopre dopo un po' di essere braccato: non si lascia 'catturare'; sente di aver commesso qualcosa di grave, forse qualche eccesso di vita e cerca di sfuggire (con paura) da tutti. Chiede qualche consiglio e alla fine si consegna in commissariato. Pensa di essere arrestato...invece tutti cercano la sua vita.
Ambienti: una città su misura, un via vai con poco frastuono, insegne di negozi di antica memoria, nomi e marchi che fanno parte della nostra storia, cantine dove si beveva fuori, frantoio come un leggio di comando, campagna romana simile a un west fordiano, calzarutificio di antico nome, auto che disegnano gli umori, sguardi silenti, nascondimenti di facile moralità.
Fotografia: un bianco e nero sagace e dimesso in un'Italia divertita di nulla e lacerata nell'animo.
Cast: Una prova attoriale quella di Paolo Stoppa a dir poco superlativa. Teatrante e distaccato: in ogni film (se ne contantano tra partecipazioni e prove ad hoc circa duecento) ci mette sempre il tocco giusto e inventa il 'suo' personaggio durante la storia. Veramente un attore di vaglia che si disponeva alla mercè degli altri (come spalla) e sotto osservazione dal cast.
Come non ricordare il trio storico Stoppa-Morelli-Visconti per il teatro!
Menzione per la brava Giovanna Ralli e Memmo Carotenuto (caratterista come pochi: oggi introvabili).
Regia: Tellini fa il suo seguendo l'attore che dirige.. (e pensare che il suo lavoro fu solo o quasi di sceneggiatore..i film diretti..questo e poco altro).
Voto 8/9.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati