Il silenzio dopo lo sparo

Regia di Volker Schlöndorff

Con Bibiana Beglau, Nadja Uhl, Alexander Beyer, Harald Schrott Vedi cast completo

Guardalo su
  • Chili
  • Amazon Prime Video
  • iTunes
In STREAMING

Trama

Quando Rita, terrorista facente parte della Raf, si rende conto del fallimento della lotta armata è costretta a passare alla clandestinità. La donna si rifugia nella Germania dell'Est dove la Stasi le fornisce una nuova identità. D'ora in poi sarà conosciuta da tutti come l'operaia Susanna Schmidt. Da questo momento in poi per l'ex terrorista inizierà un travagliato periodo fatto di continui cambiamenti di residenza e di identità.

Note

Il regista non si assegna il ruolo di giudice, ma attraverso una storia vera-romanzata mostra lo sbriciolamento di un'utopia rosso sangue e le profonde contraddizioni di coloro che contribuirono a crearla. Il sapore che resta nello spettatore è quello amaro di scoprire che tutto ciò che rimane di quelle vicende è un cumulo di vite buttate nella spazzatura; innanzitutto quelle delle vittime del terrorismo e poi anche quelle dei carnefici, vite allo sbando sfruttate dai servizi segreti di mezzo mondo e in fondo intrise anche loro di quella morale borghese e imperialista contro cui credevano di lottare. È un film intenso e disarmante, con il colore plumbeo di quegli anni e che disegna un desolante ritratto della vita dell'Est dove il sospetto e il tradimento erano il pane quotidiano di una vita grigia in cui il massimo divertimento era una gita fuori porta con una Trabant. Un film impreziosito dalla qualità del cast che ottenne a Berlino nel 2000 l'Orso d'Argento assegnato ex aequo a Bibiana Beglau e Nadja Uhl.

Commenti (1) vedi tutti

  • Argomento che ho trovato privo di interesse, e non approvo quello che fanno, dicono e pensano in questo film…

    commento di wang yu
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

sasso67 di sasso67
6 stelle

Ancora una volta, meritoriamente, il cinema tedesco fa i conti con il terrorismo e con il suo passato recente di paese diviso. Che cosa resta dopo la rapina, dopo l'attentato, dopo lo sparo? Vuoto e silenzio, paura e senso di precarietà. "Come si convive con quel passato?" domanda una collega, che ha riconosciuto nella protagonista la terrorista ricercata dalla polizia della Germania Ovest.… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Uno dei migliori film tedeschi usciti in questi ultimi anni.Ha l'aria di film festivaliero(io lo vidi al Premio Flaiano)ma superato il primo approccio riesci ad assaporare un'opera destinata a rimanere marchiata a fuoco nella memoria.E'una disamina sugli anni del terrorismo della Germania Ovest(piaga ancora aperta)e su quello che succedeva dall'altra parte del muro con una limpidezza di sguardo… leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mimimomi di mimimomi
3 stelle

Mal girato, sembra effettivamente fatto negli anni 70, con lo stesso stile e la stessa pochezza registica che allora accontentava spettatori di bocca buona, purchè ricalcasse gli ideali semirivoluzionari di allora, e come la trama è un guazzabuglio di situazioni stile sitcom che potrebbe andare avanti all'infinito aggiungendo nuovi amanti, nuovi incontri e prolissando nei triti… leggi tutto

1 recensioni negative

2019
2019

Recensione

mimimomi di mimimomi
3 stelle

Mal girato, sembra effettivamente fatto negli anni 70, con lo stesso stile e la stessa pochezza registica che allora accontentava spettatori di bocca buona, purchè ricalcasse gli ideali semirivoluzionari di allora, e come la trama è un guazzabuglio di situazioni stile sitcom che potrebbe andare avanti all'infinito aggiungendo nuovi amanti, nuovi incontri e prolissando nei triti…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2015
2015

Recensione

alexio350 di alexio350
7 stelle

Rita fa parte di un gruppo terrorista di ideologie social-comuniste che, tra le altre cose - tra Germania Ovest e Francia - svaligia banche in segno di rivolta e protesta.   Film interessante e ben girato dal regista tedesco Volker Schlöndorff. La storia può essere divisa in due parti. Nella prima viene mostrata la vanità (stupidità) dei terroristi, che in…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
locandina
Foto
2011
2011
2008
2008

Recensione

sasso67 di sasso67
6 stelle

Ancora una volta, meritoriamente, il cinema tedesco fa i conti con il terrorismo e con il suo passato recente di paese diviso. Che cosa resta dopo la rapina, dopo l'attentato, dopo lo sparo? Vuoto e silenzio, paura e senso di precarietà. "Come si convive con quel passato?" domanda una collega, che ha riconosciuto nella protagonista la terrorista ricercata dalla polizia della Germania Ovest.…

leggi tutto
Recensione
2007
2007

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Uno dei migliori film tedeschi usciti in questi ultimi anni.Ha l'aria di film festivaliero(io lo vidi al Premio Flaiano)ma superato il primo approccio riesci ad assaporare un'opera destinata a rimanere marchiata a fuoco nella memoria.E'una disamina sugli anni del terrorismo della Germania Ovest(piaga ancora aperta)e su quello che succedeva dall'altra parte del muro con una limpidezza di sguardo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2005
2005
2004
2004

Recensione

joe cavana di joe cavana
8 stelle

Un pugno nello stomaco, un film importante pesantissimo e perfetto. L'oscurità, il senso di lugubre, di tristezza e soprattutto di una grandissima e sofferta solitudine della protagonista principale. Un film sobrio, veramente stupendo ed emozionante, il finale lascia un grandissimo senso di angoscia. Non so quanto ci sia di oggettivo sul terrorismo nei fatti narrati in questo film, ma che sia…

leggi tutto
Recensione

Recensione

diego di diego
8 stelle

Un buon film, idealista ma, allo stesso tempo amaro, il cui pregio maggiore è di raccontare e trasmettere episodi ed emozioni amarissime ma in maniera leggera. La prima parte evidenzia ciò che tanti e tanti ancora ci hanno detto e mostrato (e che tanti ancora ci diranno e mostreranno. Un male?) le contraddizioni tipiche dell'estremista fanatico, imbevuto di parole e slogan, la seconda invece,…

leggi tutto
Recensione
2003
2003

Recensione

superficie 213 di superficie 213
10 stelle

UN FILM BELLISSIMO,PIENO DI AMAREZZA E CONFUSIONE.DESCRIVE GLI ANNI DEL TERRORISMO CON SGUARDO LUCIDO E SENZA PRENDERE LE DISTANZE,MA STANDO ATTACCATO AI SUOI PERSONAGGI,NON GIUDICANDO,MA LASCIANDO CHE LA STORIA PARLI DA SE'.TUTTI GLI ATTORI SONO SPLENDIDI E LA SCENEGGIATURA COMPLESSA ED ARTICOLATA BENISSIMO.DISTRUZIONE DEGLI IDEALI DA PARTE DI ORRENDI POLITICI,VIOLENZA ESTREMIZZATA,BORGHESI…

leggi tutto
Recensione
2002
2002
Uscito nelle sale italiane il 29 luglio 2002

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

Volker Schlöndorff dopo alcuni anni di riflessione torna sui corpi e sui luoghi del terrorismo tedesco, tracciando il percorso della diaspora di una terrorista dal suo arrivo in città per partecipare alla lotta armata, sino al tragico epilogo post crollo del muro. Il regista non si assegna il ruolo di giudice, ma attraverso una storia vera romanzata mostra lo sbriciolamento di un’utopia…

leggi tutto
Recensione
2000
2000
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito