Espandi menu
cerca
Sfida senza paura

Regia di Paul Newman vedi scheda film

Recensioni

L'autore

ethan

ethan

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 156
  • Post -
  • Recensioni 1588
  • Playlist 7
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Sfida senza paura

di ethan
7 stelle

Nell'Oregon (che, per inciso, non è grande tre volte l'Italia ma ha una superficie inferiore...) di inizio anni '70 gran parte della popolazione è occupata nel settore primario; così anche a Kernville, cittadina in cui la famiglia Stamper è contraria allo sciopero e spadroneggia tra gli abbattitori di piante: il ritorno a casa del giovane Leeland (Michael Sarrazin) farà esplodere tutte le tensioni accumulatesi tra i componenti del laborioso nucleo famigliare, capeggiato dal rude Henry (Henry Fonda) e formato, tra gli altri, dal primo figlio Hank (Paul Newman), totalmente dedito al lavoro, dalla di lui trascurata moglie Viv (Lee Remick) e dal fidato cugino Joe Ben (Richard Jaeckel).

'Sfida senza paura' è il secondo lavoro dietro la macchina da presa ed il primo in cui Paul Newman svolge il doppio ruolo di attore e regista: traendo la trama da un romanzo di Ken Kesey ('Qualcuno volò sul nido del cuculo') e facendosi aiutare in sede di script dal veterano John Gay, Newman dirige un robusto dramma rurale dove descrive un microcosmo tipicamente americano, uno dei tanti volti di un'America ancora primordiale, fatta di stili di vita semplici, analizzando una famiglia patriarcale, dove tutto ruota intorno al lavoro, gli uomini la fanno da padroni e le donne sono si rispettate ma usate come supporto alla loro attività e, spesso, del tutto trascurate.

Il film ha quasi cinquant'anni ma la situazione può benissimo rimandare all'odierno paese, con quella maggioranza di individui che, lontani dalle grandi città, rimangono silenziosi a lungo ma fanno sentire la loro voce al momento delle elezioni politiche.

La mano del Newman cineasta nella prima parte ha qualche incertezza sul piano narrativo ma, una volta descritti con precisione i personaggi, la trama si sviluppa tutt'uno con essi e procede tra magnifiche sequenze immerse nella natura, con i protagonisti alle prese con la dura e pericolosa professione del boscaiolo, con l'imprevisto sempre dietro l'angolo, e duri siparietti famigliari.

Ottima la resa interpretativa degli attori ma solo Richard Jaeckel - protagonista con Paul Newman della scena più angosciante del film - ha ottenuto una candidatura agli Oscar come non protagonista (oltre alla canzone 'All His Children').

Voto: 7,5.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati