Trama

Polonia, 1982: nel Paese vige la legge marziale e Solidarnosc è stata sciolta. Ulla, una traduttrice, perde improvvisamente il marito Antek: la donna tenta in tutti i modi di colmare il doloroso vuoto che la opprime, ma il fantasma di Antek è sempre presente...

Note

Uno dei capolavori del Kieslowski pre-"Decalogo".

Commenti (3) vedi tutti

  • Film pesantemente e coraggiosamente politico con una storia portata però avanti in maniera che aiuta poco a comprendere gli eventi narrati.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Polacchi, in piedi! Sarebbe ora di cacciare l'oppressore comunista. Potete rifiutare qualsiasi compromesso, sacrificare tutto alla libertà, oppure morire. A voi la scelta!

    commento di michel
  • 8

    commento di nico80
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

hallorann di hallorann
10 stelle

1984, la Polonia è sotto il regime comunista di Jaruzelski, Krzysztof Kieslowski nell’arco di una decina di anni è passato dal cortometraggio al documentario per approdare al lungometraggio. SENZA FINE è il suo quarto film: un uomo racconta la sua morte avvenuta quattro giorni prima per infarto, il suo sguardo accarezza la moglie e il figlio che dormono. Al loro… leggi tutto

12 recensioni positive

Recensioni
2020
2020

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

  Polonia, 1982. Morto d'infarto da quattro giorni, l’avvocato Antek Zyro (Jerzy Radziwilowicz) non ne vuole sapere di lasciare i suoi affetti. Innanzitutto la moglie Ursula (Grazyna Szapolowska), una traduttrice che scopre di amare il marito soprattutto adesso che è morto. É afflitta dai sensi di colpa, e non gli bastano il sesso occasionale con altri uomini e…

leggi tutto
Recensione
Utile per 19 utenti
2018
2018
2016
2016
locandina
Foto
2015
2015

La Mancanza

RASSIM di RASSIM

«Al tempio c'è una poesia intitolata "la mancanza", incisa nella pietra. Ci sono 3 parole, ma il poeta le ha cancellate. Non si può leggere la mancanza, solo avvertirla» Da "Memorie di una…

leggi tutto
2014
2014

PlayList Libera

vicky13 di vicky13

 ci sei riuscito   Che non sia un Eterno Saluto, ma un Arrivederci,  spero.     L'uomo che cammina sui pezzi di vetro dicono ha due anime e un sesso di ramo duro il cuore e una luna e…

leggi tutto
2013
2013

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
6 stelle

Film pesantemente politico questo del Kieslowski pre-Decalogo. Il modo in cui presenta le autorità polacche non è certo edulcorato, e mi sorprende anzi che sia riuscito a farlo passare al pettine della censura. Fatto tale doveroso inchino al coraggio dell'artista come uomo libero, non mi sento di dare un giudizio del tutto positivo al film in se. La storia c'è, ma è…

leggi tutto
Recensione
2012
2012

Recensione

luca826 di luca826
8 stelle

VOTO 8 INQUIETO (Tv Settembre 2012) Gemma kieslowskiana in compagnia del fido Piesewicz. Il tormento intimo si perde nella Polonia del Blocco Sovietico, il grande si confonde nel piccolo, ma l'amara conclusione è comune, così la protesta sociale può anche avere dei contorni fantastici. Per l'indimenticato regista polacco tutto ciò può accadere, senza perdere credibilità, mantenendo il suo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

La vicenda personale di una donna - la morte del marito, un avvocato ancora giovane - si intreccia con quella di altre persone, coinvolte nelle lotte sindacali (e quindi civili e politiche) della Polonia negli ultimi anni del regime comunista. Traspare, dalla storia narrata, la difficoltà di conciliare la vita privata con quella pubblica, delle rivendicazioni sociali e politiche di un paese…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Baliverna di Baliverna
8 stelle

E' una riflessione sull'elaborazione del lutto da parte di una vedova, che si intreccia con la situazione politico-sociale della Polonia degli anni '80. Quanto al primo tema, il regista vuole comunicare che alle volte si capisce quanto si ama una persona solo nel momento in cui essa viene a mancare. Mentre la donna prima amava il marito con alti e bassi, e a volte con meschinità, quando muore…

leggi tutto

Recensione

vicky13 di vicky13
10 stelle

Senza fine (Bez Konca) è il legame interminabile fra colui che rimane e colui che diparte. E’ un angelo: veglia sulle nostre vite Non ci lascia e noi non lo lasciamo andare. Ci parla e noi lo rivediamo; per romanticismo, nella tenerezza di in un animale, o per sbaglio nelle fattezze di qualcun altro. L’elaborazione non risolta di un lutto privato vissuto da Ursula (una bellissima Grazyna…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
2011
2011
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

Inconfondibile Kieslowski, col suo cinema tanto impervio quanto trasparente, così carico di un dolore sommesso, di una rabbia inesplosa, di un'angoscia di natura indefinita che attanglia le vite dei personaggi, rendondoli impotenti. In perfetto equilibrio fra impegno civile e dimensione metafisica, il compianto autore polacco dispiega qui tutto il suo universo poetico: il concetto ambiguo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti

Recensione

chribio1 di chribio1
6 stelle

pellicola un po' altalenante ma discretamente godibile nella sua totale visione.voto.6.

leggi tutto
Recensione

Recensione

hallorann di hallorann
10 stelle

1984, la Polonia è sotto il regime comunista di Jaruzelski, Krzysztof Kieslowski nell’arco di una decina di anni è passato dal cortometraggio al documentario per approdare al lungometraggio. SENZA FINE è il suo quarto film: un uomo racconta la sua morte avvenuta quattro giorni prima per infarto, il suo sguardo accarezza la moglie e il figlio che dormono. Al loro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 21 utenti
2010
2010

Recensione

Mathiasparrow di Mathiasparrow
8 stelle

Tutto il Kieslowski passato, presente e futuro concentrato in un’opera che rientra di diritto fra le sue fondamentali. In Senza fine domina un senso di vuoto spaesante, talmente sconfinato che è sufficiente accennare qualcosa affinchè questa dilaghi istantaneamente nel nulla, occupando ogni angolo dello schermo. Misticismo, desiderio e senso materno occupano a turno la scena;…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

OGM di OGM
10 stelle

La terra è la prigione del pragmatismo ed il regno della sconfitta. Andarsene per sempre, e continuare a vivere nei cuori di chi resta, significa solo perpetuare il ricordo del proprio lavoro incompiuto e condannato a rimanere eternamente imperfetto. Le anime immortali continuano ad esistere, a vegliare gli affanni dei vivi, ma sono, purtroppo, impotenti, di fronte allo scempio che si fa…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Come detto da altri l'inizio sembra tratto da Viale del tramonto.Un morto che parla in barba a tutte le logiche e che fa da voce fuori campo.Ma accanto a questa dimensione metafisica se ne individua subito una tremendamente reale.La moglie del protagonista ,vive cercando di elaborare il proprio lutto(un po'come verrà ripreso dallo stesso regista nel Film Blu) ma d'altra parte si narra di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2009
2009
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito