Espandi menu
cerca
I Tenenbaum

Regia di Wes Anderson vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bradipo68

bradipo68

Iscritto dal 1 settembre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 266
  • Post 30
  • Recensioni 4749
  • Playlist 174
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su I Tenenbaum

di bradipo68
8 stelle

Una famiglia impossibilitata a essere normale.Con questo film il giovane Wes Anderson toccato di striscio lui stesso dalla genialità della famiglia che qui racconta spiazza tutto il mondo della critica cinematografica che attonito e biascicante fonemi incomprensibili si ritrova tra le mani o meglio davanti agli occhi e agli occhiali una saga familiare strutturata come un fumetto con personaggi che sembrano usciti da una strip comica tutti con il loro bravo arsenale di manie e fobie oltre a qualche scheletro nell'armadio da tenere ben nascosto.Tutti,nessuno escluso.E se la novità stilistica di questo film è segno stuzzicante di qualcosa che realmente cambia poi a mio parere impelagarsi nella vita acquatica di Steve Zissou diventa maniera,una sterile citazione di questo film coibentando solo la cornice,solo per renderla impermeabile.Però anche questo è piaciuto molto,il mio parere è nella minoranza silenziosa.Parlando di questo film quello che risalta subito all'occhio è la stramberia dell'insieme:attori famosi costretti quasi a sgomitare per ricavare il loro spazio nell'angustia della narrazione.Personaggi sopra e stto le righe,a volte che le attraversano,vestiti sempre uguali(che dire delle orrende tute anni 70 di Stiller e della capigliatura modello nido di quaglia in erba?o della fascia tra i capelli modello Bjorn Borg che porta il Wilson moro per quasi tutto il film?)inseriti in scenografie dai colori pastello mescolati tra loro in modo piuttosto bislacco.E il contenuto?Di quello ce ne sono piccole dosi ma assolutamente godibili,con un Hackman istrione irresistibile che mette in riga tutti.E'chiaro che un film così avrà schiere di detrattori a buona ragione perchè è il classico film che si ama in toto o si detesta in blocco.Per me ha alcuni momenti francamente divertenti e altri in cui mi chiedo perchè lo sto continuando a guardare,ma alla fine lo sforzo è stato premiato.Diciamo che mi ricorda molto come spirito il fulmicotonico Delicatessen di Jeunet e Caro di inizi anni 90,una scheggia di nonsense sparati a velocità supersonica che fece stragi di cinefili all'epoca.Onore al merito e al coraggio del giovane Wes Anderson,uno dei pochi che cerca di fare qualcosa di completamente diverso...e non sto parlando di Monty Python....

Su Luke Wilson

la sua faccia si uniforma alla sua fascia tergisudore

Su Gwyneth Paltrow

più robotica del solito

Su Ben Stiller

è una vita che recita una parte così

Su Anjelica Huston

donna sempre di grandissima classe

Su Gene Hackman

istrionico,mette tutti in riga

Su Wes Anderson

le idee ci sono e sono anche stuzzicanti

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati