Espandi menu
cerca
Blow

Regia di Ted Demme vedi scheda film

Recensioni

L'autore

sasso67

sasso67

Iscritto dal 6 dicembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 90
  • Post 64
  • Recensioni 4475
  • Playlist 42
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Blow

di sasso67
4 stelle

In "Blow" è raccontata la storia, apparentemente vera, del trafficante di droga George Jung, attualmente - e giustamente - detenuto nelle carceri americane. Le mirabolanti avventure del trafficante cominciano sulla East Coast americana, per trasferirsi in California, dove George diventa il più grande importatore di cocaina di tutto il Nord America, con i contatti in Messico e addirittura personalmente con Pablo Escobar in Colombia. Ma tutto sembra affondare le radici in una carenza affettiva del protagonista, soprattutto nei confronti della madre (che non esita a mandarlo in galera) e delle donne in generale. L'unico rapporto umano veramente duraturo è quello con il padre, un uomo leale, ma, purtroppo per George, debole. La figura del vecchio Jung è quella meglio descritta nel film del povero Ted Demme (morto nel 2002 ad appena 38 anni, proprio per un'overdose di cocaina), autore di un lavoro che, pur ispirandosi allo stile di Tarantino (in particolare a quello di "Jackie Brown") e al "Traffic" (2000) di Soderbergh, è poco riuscito. Proprio l'ottimo Ray Liotta, il padre, è la nota più lieta di questo film, che conferma una volta di più l'enigma Johnny Depp (ridicolmente incorniciato in una parrucca bionda): è stato scelto per rendere ancora più antipatico il protagonista, oppure l'effetto, perfettamente raggiunto, è puramente casuale?

Su Ray Liotta

Il migliore: molto più bravo di Depp.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati