Espandi menu
cerca
L'uomo in più

Regia di Paolo Sorrentino vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Gangs 87

Gangs 87

Iscritto dal 12 ottobre 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 41
  • Post -
  • Recensioni 888
  • Playlist 24
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su L'uomo in più

di Gangs 87
6 stelle

Omonime esistenze parallele che combaciano nel turbine della fama, del successo materiale, dell’aspirazione esponenziale. Due uomini diversi con troppo in comune tranne l’essenziale. Uno strafottente, menefreghista fino al midollo, vive con la musica ma è pronto a tradirla per un colpo di libertà, per l’illusione di grandezza personale; l’altro sensibile e altruista, vittima di un sistema egoista di cui anche il suo omonimo, inconsciamente(?), fa parte e per questo, in fondo, in fondo, cerca di rimediare eliminando il cap(r)o espiatorio. Sorrentino incupisce le tinte che, a tratti, finiscono per essere poi troppo brillanti e svolge due storie intrecciate in un unico senso: il valore esistenziale. Prima della conversione allo stile americano sapeva già fare bene pur mancando quella caratterizzazione artistica che oggi rappresenta il suo cinema. È semplicemente una storia, ricca di significati e con una morale profonda ma è uno stile acerbo che sembra non soddisfare a pieno. Ma, dopotutto, è solo l’inizio anche di quel sodalizio che lo legherà a Toni Servillo, espressivo quanto a volte eccessivo, piacevole ma non eccellente, a tratti (quasi) più coinvolgente Andrea Renzi che possiede quel malinconico sguardo perenne. Un’opera prima valida, che getta le basi per il buon cinema, firmato Paolo, che sarà.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati