Trama

Gilbert è un affermato interprete teatrale. Una sera, alla fine dello spettacolo, la tragedia irrompe bruscamente nella sua vita: il suo agente lo informa che la moglie, la figlia e il genero sono morti in un incidente stradale. Passa il tempo e l'esistenza, nonostante tutto, riprende il suo corso: a Gilbert non resta che dividersi tra l'amato nipotino e il palcoscenico che non ha mai abbandonato. Quando un regista americano gli propone di partecipare a un adattamento cinematografico di _Ulisse_ di Joyce, Gilbert accetta con entusiasmo. Ma al momento delle prove...

Note

Straordinariamente lieve, sottoposto a un controllo ferreo, senza una sbavatura: con i suoi piani fissi e il suo gusto per i particolari, con dialoghi svagati e ridotti all'essenziale, con un'ironia diffusa, de Oliveira ha realizzato un film senza età e senza ricatti, assistendo al quale si ha la sensazione di condividere il tempo della maturazione, la resistenza apatica, la vulnerabilità disarmante di Gilbert. Al servizio dell'ultranovantenne maestro lusitano, due attori che non esitano davanti a lunghissimi primi piani: il protagonista Michel Piccoli e John Malkovich nella piccola, sgradevole, perplessa parte del regista. E nonostante lo "spessore" del tema e della messa in scena, _Ritorno a casa_ è anche divertente.

Commenti (2) vedi tutti

  • 8,5

    commento di incallito
  • Forse il migliore tra i film di De Oliveira che ho visto.

    commento di E. DeLarge
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
9 stelle

Uno dei pochi film di Manoel De Oliveira che sono riuscito a vedere, "Je rentre a la maison" è uno dei migliori film del regista lusitano nella fase conclusiva della sua carriera, girato alla veneranda età di 92 anni. Presentato al festival di Cannes nel 2001, avrebbe meritato qualche premio importante ma non vinse nulla, neppure per la magistrale interpretazione di Michel Piccoli,… leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

La terza età non è affatto disperata come la si crede: buone notizie dal 92enne regista portoghese che mette in scena con grande lucidità e pure discreta ironia la vicenda di un quasi ottuagenario alle prese con un taglio netto delle sue radici famigliari. Il lavoro come realizzazione presente e proiezione verso un futuro sempre più difficile da immaginare (o semplicemente: da credere) ed il… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

2020
2020
2017
2017

Recensione

steno79 di steno79
9 stelle

Uno dei pochi film di Manoel De Oliveira che sono riuscito a vedere, "Je rentre a la maison" è uno dei migliori film del regista lusitano nella fase conclusiva della sua carriera, girato alla veneranda età di 92 anni. Presentato al festival di Cannes nel 2001, avrebbe meritato qualche premio importante ma non vinse nulla, neppure per la magistrale interpretazione di Michel Piccoli,…

leggi tutto
2015
2015
Senilità
LorCio di LorCio

Senilità

Ci sono tre età ad Hollywood, sosteneva un’alcolica Goldie Hawn ne Il club delle prime mogli: bambola, procuratore legale e A-spasso-con-Daisy.… segue

2012
2012

Michel Piccoli.

Peppe Comune di Peppe Comune

Uno degli attori che ha saputo meglio interpretare la tipologia dell’uomo borghese nelle sue diverse e sfuggenti sfaccettature caratteriali è stato a mio avviso Michel Piccoli. Nella sua lunga carriera, molti grandi…

leggi tutto
2011
2011
2010
2010

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Gilbert Valence (Michel Piccoli) è un attore di gran talento. E' al culmine della sua carriera quando un evento tragico gli sconvolge l'esistenza. Dopo la conclusione de "Il Re muore" di Eugène Ionesco, Gilbert riceve la sconvolgente notizia che in un incidente automobilistico sono morti la moglie, la figlia e il genero. Rimane solo col nipotino e un lavoro che non sarà…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti

Teatro

Redazione di Redazione

Il fascino infinito del palco, le prove, le quinte, i camerini... quante volte il teatro è stato usato dal suo cugino ricco e moderno, il cinema? Quante volte la rappresentazione teatrale è stata fatta oggetto a sua…

leggi tutto
Playlist
2009
2009
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

joe cavana di joe cavana
6 stelle

L'argomento della vecchiaia è già pesante di suo, inoltre messo insieme a un triplo lutto, quindi lo spettatore sa già a cosa va' incontro. Inoltre preso atto che il maestro portoghese non sa che cosa sia il ritmo (ormai me ne sono fatto una ragione), e che per di più, in questo film i dialoghi sono ridotti all'osso, devo ammettere che stavolta mette insieme un cast…

leggi tutto
Recensione

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

La terza età non è affatto disperata come la si crede: buone notizie dal 92enne regista portoghese che mette in scena con grande lucidità e pure discreta ironia la vicenda di un quasi ottuagenario alle prese con un taglio netto delle sue radici famigliari. Il lavoro come realizzazione presente e proiezione verso un futuro sempre più difficile da immaginare (o semplicemente: da credere) ed il…

leggi tutto
Recensione

A casa.

bradipo68 di bradipo68

La luce a intermittenza arancione certifica il mio ritorno a casa.Il cancello metallico lentamente,quasi con fatica si apre.Io aspetto,non so se continuare a prestare attenzione alla radio o guardarmi intorno per la…

leggi tutto
2008
2008

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

La vita parigina di un grande attore non è, contrariamente a come ci si potrebbe aspettare, mondana e sfavillante, bensì tranquilla e solitaria, oltre che intrisa di dolore e tenerezza. E se il teatro dei classici, nonostante l'avanzare dell'età, continua ad essere il suo mondo, il cinema e la televisione lo vorrebbero diverso da come gli anni lo hanno fatto diventare. "Ritorno a casa" è…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2007
2007

Recensione

carlos brigante di carlos brigante
8 stelle

E' passato già qualche anno dalla sua visione, ma ricordo l'eleganza formale, l'ironia e il senso di lenta decadenza. Piccoli si dimostra (tanto per cambiare) un attore per tutte le stagioni e per tutti i ruoli. Uno dei più grandi di tutti i tempi, come del resto il vecchio De Oliveira!

leggi tutto
Recensione
2006
2006
2005
2005

Recensione

tobanis di tobanis
6 stelle

Osannato dalla critica, ha invece ricevuto un'accoglienza tiepida dal pubblico. Il perchè è presto detto: è una palla pazzesca. Non brutto, per carità, ma tutto imperniato su due cardini (due super cardini): l'eccezionale bravura di Michel Piccoli, la bravura e le invenzioni in regia di de Oliveira. Il resto è terribile. Le recitazioni in teatro sono imbarazzanti da quanto scarse, i tempi…

leggi tutto
Recensione

Recensione

alraune74 di alraune74
8 stelle

Di fronte ad un dolore forte si possono presentare differenti modi di reagire. Un ventaglio molto ampio di comportamenti e atteggiamenti, esterni e interiori, si apre e nessuno dall’esterno, può entrare nel merito di tali reazioni. Una delle reazioni possibili è quella di far finta di niente, continuare a vivere senza porsi tante domande sull’accaduto, usando le giornate come contenitori…

leggi tutto
Recensione

Recensione

truffaut di truffaut
8 stelle

Uno dei migliori film degli ultimi anni.La leggerezza, l'ironia, la capacità di parlare di temi impegnativi come la vecchiaia, la morte, la dignità stupiscono in questo sempre verde ultranovantenne. Tutto è affidato alle immagini, le parole servono a poco e vengono riservate al palcoscenico. Che grazia, che leggerezza, che gioia. Come Monicelli la voglia di inventare il cinema è direttamnte…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito