Espandi menu
cerca
A cena col vampiro

Regia di Lamberto Bava vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Lina

Lina

Iscritto dal 28 ottobre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 107
  • Post 8
  • Recensioni 1066
  • Playlist 15
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su A cena col vampiro

di Lina
4 stelle

Un film sulla tematica dei vampiri che sempre a metà strada tra horror e commedia, si sarebbe pure potuto rivelare decente se non fosse stato per il suo imbarazzante, azzardato ed insistente citazionismo, per alcune sue trovate banali, per la sua sceneggiatura dilettantesca e per la scelta di un cast di attoracci di serie C (a partire da Yvonne Sciò, pretenziosa ex stellina di "Non è la Rai" che non riesce mai ad essere convincente ed incisiva, rivelandosi quindi una pessima interprete fino a Riccardo Rossi che recitando più male che mai, si sforza di offrire alla pellicola una costante, ma stucchevole e poco naturale ironia) fatta eccezione per George Hilton naturalmente.

Perfino le scenografie, i costumi e gli effetti speciali sono di serie B perchè tentano d'imitare una classe ed un'eleganza che non li appartiene. Pochi gli elementi ed i momenti veramente suggestivi (quelli girati nei sotterranei), tutto è molto elementare e di sterile efficacia, la confezione è mediocre tanto quanto il suo stile televisivo che non si smentisce e la trama in modo particolare a parte il suo delirante ed insulso epilogo, quando non introduce melensaggini, introduce luoghi comuni o stereotipi a raffica come i più tipici clichè delle storie di Dracula e del dottor Frankenstein, avvolti da un poeticismo forzato ed artificiale che osa perfino citare "Il ritratto di Dorian Grey" di Oscar Wilde e "Nosferatu" di Murnau. Patetico dunque negli spunti e nella messa in scena, un mezzo "scult" del genere.

 

Lamberto Bava

 

Si è bevuto il cervello nel realizzare questo film.

 

George Hilton

 

Interpreta discretamente il ruolo del vampiro.

 

Isabel Russinova

 

Mah...

 

Patrizia Pellegrino

 

Melensa nella sua leziosità ed anche irritante.

 

Yvonne Sciò

 

Offre una recitazione penosa.

 

Riccardo Rossi

 

Crede di far ridere, ma non ci riesce e poi in questo film recita proprio da cani perchè è del tutto privo di espressività e sembra ripetere le battute del copione come un ragazzino dell'oratorio che recita le preghiere o peggio, come un pappagallo che non sa neppure quello che dice,.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati