Espandi menu
cerca
X - A Sexy Horror Story

Regia di Ti West vedi scheda film

Recensioni

L'autore

undying

undying

Iscritto dal 10 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 99
  • Post 35
  • Recensioni 2712
  • Playlist 53
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su X - A Sexy Horror Story

di undying
10 stelle

Ti West al suo miglior lavoro. Un'opera non soltanto di genere, quanto un vero "trattato" sul genere. Tecnicamente un gioiello, girato in parallelo con un prequel (Pearl) che verrà rilasciato a settembre.


locandina

X - A Sexy Horror Story (2022): locandina

 

1979 (Texas). Una pattuglia della polizia giunge in una fattoria, nella quale è avvenuto un bagno di sangue: corpi privi di vita, sparsi ovunque, testimoniano essere avvenuta una strage. La storia retrocede quindi di un giorno, mostrando un gruppo artistico, composto dalle porno attrici Maxine (Mia Goth), Bobby Lynne (Brittany Snow), il superdotato Jackson (Kid Cudi) - al seguito del produttore Wayne (Martin Henderson), del regista RJ (Owen Campbell) e della sua fidanzata (nonché addetta alla seconda unità) Lorraine (Jenna Ortega) - che da Houston si trasferisce in una fattoria del Texas, di proprietà dell'anziano Howard (Stephen Ure). Sfruttando la nuova tendenza dell'home video, Wayne intende utilizzare quella location affittata a un basso costo per girare un film a luce rossa, dal titolo "Le figlie del contadino". In effetti, grazie alla bellezza delle interpreti e al talento di RJ, le riprese promettono bene. Il porno, girato con stile, è qualcosa di veramente sofisticato, senonché la sera, durante una ripresa, Pearl, l'anziana moglie di Howard, senza essere vista scopre quel che la troupe sta realizzando. Depressa, in quanto ancora bisognosa di attenzioni sessuali che l'ottuagenario Howard non può più prestarle, la donna inizia a importunare Maxine, vedendo nella ragazza se stessa da giovane.

 

- Pearl: "Sono stanca di non aver mai quello che voglio. Dimmi che sono speciale."

- Howard: "Tu eri la donna più bella che avessi mai visto."

-  Pearl: "Ma non lo sono più. Dimmi che sono tua, che mi vuoi ancora... fammi sentire di nuovo giovane."

(Dialogo tra la coppia ottuagenaria)

 

Jenna Ortega

X - A Sexy Horror Story (2022): Jenna Ortega

 

Incredibile. Da un regista che aveva lasciato trasparire un quid tecnico in più rispetto alla media dei filmaker horror, ma purtroppo si era sempre perso in modesti sceneggiature (con cose piuttosto brutte: The inkeepers e Cabin fever 2), giunge uno dei più impressionanti e intelligenti thriller del decennio. Scritto, prodotto e diretto da Ti West, X - A sexy horror story è un concentrato di elementi (e generi) affatto banali, con deriva horror che subentra solo passata l'ora, in grado di far accapponare la pelle per via di un sottofondo ansiogeno e terrificante (la terza età) che, prima o poi, riguarda tutti. Facendo leva su contrasti naturali (vecchiaia-gioventù, pornografia-religione, amore-sesso), West realizza un film oltraggioso e anacronistico. Lontano dalla produzione attuale, sempre più moralista e bigotta nella quale nudo e violenza sono autocensurati dagli stessi produttori, l'autore decide di trattare senza limiti, accettando il divieto ai minori destinato all'opera, temi scottanti: dal cinema hard ("Non lo considero pornografia", dice a un certo punto RJ, "ma cinema"), elaborato su un altro livello narrativo (come film dentro al film), alla religione ("Dio può anche essere misericordioso, ma ogni uomo ha i suoi limiti", sentenzia un televangelista). Principalmente opera d'intrattenimento, e in questo efficace senza soluzione di continuità, dal primo all'ultimo minuto, X - A sexy horror story presenta una confezione estetica di tutto rispetto. West omaggia con pertinenza il cinema horror anni Settanta, citando ovviamente il primo Non aprire quella porta (tutta la parte iniziale, con i protagonisti in viaggio, spesso ripresi in campo lungo e testimoni di sanguinosi orrori incidentali - la mucca investita sulla strada), quindi retrocede nel tempo sino al classico Psycho (il lago con i mezzi degli sfortunati passanti), ritorna a Hooper con Quel motel vicino alla palude (la presenza di un famelico alligatore). E lo fa in maniera virtuosa, con delicati carrelli, movimenti articolati della macchina da presa, fluidi piani sequenza. Ben recitato dal cast artistico (davvero eccezionali, in particolar modo, le protagoniste femminili), ottimamente fotografato dal sodale collaboratore di West, Eliot Rocket, il film presenta anche dialoghi ispirati e un montaggio esemplare. Il cerchio, attorno a un lungometraggio tecnicamente perfetto, si chiude con l'inserimento particolarmente suggestivo dei rumori ambientali e una colonna sonora (opera di Tyler Bates e Chelsea Wolfe), a base di vocalizzi e sospiri inquietanti, in grado di contribuire al crescendo della tensione. Tensione che sfocia in un finale gore e splatter non eccessivo, ma decisamente realistico. Piuttosto ben accolto al botteghino (incassa oltre 4.000.000 di dollari nel primo week end di programmazione, solo negli Stati Uniti e Canada), X - A sexy horror story è la classica sorpresa che riconcilia con il genere, sempre più spesso sminuito da produzioni mediocri, poco o per nulla spettacolari e prive di personalità. In questo caso, gli elementi introdotti da West nel film non sono certo nuovi, ma vengono rielaborati con un taglio identitario e profondo, che contribuisce cioè a definire uno stile ben preciso e, al tempo stesso, un vero talento dietro la macchina da presa. Probabilmente West, consapevole di essere al lavoro su un prodotto di qualità, parallelamente a gira un prequel narrante la storia di Pearl (l'inquietante anziana ninfomane e assassina), ambientato nel 1918, che verrà rilasciato negli USA durante il mese di settembre.

 

Mia Goth

X - A Sexy Horror Story (2022): Mia Goth

 

Curiosità [1]

 

Un film porno, intitolato The farmer's daughters, è stato veramente girato nel 1976, ed è anche piuttosto citato perché interpretato da Spalding Gray, futuro scrittore e attore di cinema mainstream. Questa, ad onor del vero, non è l'unica sua partecipazione in un lungometraggio per adulti, dato che Gray compare anche in Brivido erotico (Maraschino cherry, 1977), un classico hard diretto da Radley Metzger.

 

Il titolo dei film è chiaramente un rimando alla classificazione X, utilizzata dalla MPAA negli anni compresi tra il 1968 e il 1990; una sorta di auto-classificazione (come avviene ora in Italia, per i film V.M. 18 anni) riservata a pellicole destinate solo a un pubblico di età pari o superiore a 16 anni. I film degni di nota, originariamente distribuiti con una classificazione X includono titoli tipo: Arancia meccanica (1971), Fritz the cat (1972) e Ultimo tango a Parigi (1972). Durante gli anni Settanta, l'industria del porno si appropria del rating X, tanto che questa catalogazione è in seguito rimasta associata al solo "cinema per adulti". Nel 1990, l'MPAA ha interrotto la classificazione X e l'ha sostituita con NC-17. 

 

Il nome della stazione di servizio e del minimarket, nel quale sostano i protagonisti all'inizio, è un riferimento diretto a The inkeepers (Ti West, 2011), ambientato allo Yankee Pedlar Inn.

 

Quinto film horror per Mia Goth, dopo La cura dal benessere (2016), Marrowbone (2017), Suspiria (2018) e High life (2018), nonché secondo incentrato sul sesso (seguente cioè Nynphomaniac vol. II).

 

RJ si fa una doccia, prima di subire aggressione con coltello, venendo pugnalato a morte da parte di Pearl (l'anziana). La scena e il successivo accoltellamento, insieme agli angoli di ripresa e al montaggio, sono un chiaro omaggio alla famosissima sequenza presente in Psycho (1960).

 

Dopo aver ucciso RJ (Owen Campbell), Pearl da giovane (interpretata in doppio ruolo da Mia Goth) inizia a ballare. La Goth era apparsa in Suspiria (2018) di Luca Guadagnino, un film su una scuola di ballo gestita da una congrega di streghe. Alcuni dei suoi movimenti di danza sono simili a quelli del suo personaggio di Suspiria, Sara.

 

Brittany Snow

X - A Sexy Horror Story (2022): Brittany Snow

 

Citazioni 

 

"Non è strano guardare la tua ragazza farlo con lui? (...) Come puoi amare qualcuno e stare con altri uomini?"

(Lorraine)

 

"Permettere alle vecchie tradizioni di controllare la tua vita, non ti servirà a niente. E poi è solo sesso: puoi decidere chi vuoi amare, non con chi vuoi scopare. L'attrazione non si può controllare."

(Bobby Lynne)

 

"A tutti piace il sesso. È normale. Noi non abbiamo paura di ammetterlo. Etero, gay, bianchi e neri... piace a tutti. E sai perché? Perché un giorno saremo troppo vecchi per scopare. E la vita è troppo breve per me..."

(Maxine)

 

 

NOTA 

 

[1] Dall'imdb.

 

Mia Goth

X - A Sexy Horror Story (2022): Mia Goth

 

In the summertime (Mungo Jerry)

 

"Chi sostiene che la vecchiaia è la stagione della serenità, mente. È la stagione delle tempeste. Della rabbia per tutto quello che si è perso, e dell'angoscia per il fatto di non avere più tempo a disposizione. E anche della paura di esporsi al ridicolo, se si vuole afferrare almeno qualche cosa."

(Stefano Brusadelli)

 

Trailer 

 

F.P. 02/08/2022 - Versione visionata in lingua italiana (durata: 106'20")

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati