Espandi menu
cerca
Ti mangio il cuore

Regia di Pippo Mezzapesa vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Mulligan71

Mulligan71

Iscritto dal 6 aprile 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 39
  • Post -
  • Recensioni 1038
  • Playlist 2
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Ti mangio il cuore

di Mulligan71
7 stelle

Pippo Mezzapesa è un regista piuttosto sottovalutato. Negli anni non ha mai girato capolavori (e nemmeno questo lo è) ma ottimi film in bilico fra cinema d'autore e qualcosa di meno impegnato, come la saga stralunata di Pinuccio Lovero o il bello sguardo di "Il Paese Delle Spose Infelici", del 2011. Sicuramente è uno che sa utilizzare i paesaggi naturali della Puglia, sa come renderli attori protagonisti a loro volta. In "Ti Mangio Il Cuore", i promontori del Gargano, diventano west per un western nostrano, purtroppo ispirato a fatti di cronaca reale, dove si racconta la vicenda di Rosa Di Fiore, prima pentita della mafia del Gargano, che oggi vive protetta, con i suoi tre figli. A interpretarla c'è la sorpresa Elodie, cantantessa di fama, di cui non conosco nulla musicalmente (e va benissimo così) ma che passa come una tempesta dentro il bianco e nero scelto dal regista. Bellezza mediterranea abbagliante, non può che ricordare la memorabile Cucinotta de "Il Postino", seppure i ruoli siano completamente diversi. Questa di Elodie è una parte difficile, quella di una donna contesa fra due famiglie, che va a rinfocolare una faida mai sopita. Figura all'inizio corporea, presenza fisica assoluta, poi, a mano a mano che il film prende la sua (sanguinosa) strada, ecco che Elodie fa emergere anche delle doti drammatiche notevoli dove la tensione erotica del suo corpo passa decisamente in secondo piano. Bravissima. Dire, però, che il film meriti una visione solo per lei, sarebbe ingiusto. Le due ore reggono bene, gli attori sono in parte, la faida è un western moderno anche se fatica a prendere velocità e concede qualcosa al già visto. Insomma, Mezzapesa non è Sergio Leone (o Coppola), ma questo lo si sapeva, eppure porta a chiusura un film interessante e bello, crudo e sincero, confermando quanto scritta più sopra: Mezzapesa ha del talento e questo è certamente il suo film più ambizioso. Non innamorarsi di Elodie è impossibile, ma tanto fa. C'è del Cinema attorno a lei, per fortuna. 

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati