Espandi menu
cerca
Non ho sonno

Regia di Dario Argento vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Gangs 87

Gangs 87

Iscritto dal 12 ottobre 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 41
  • Post -
  • Recensioni 813
  • Playlist 22
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Non ho sonno

di Gangs 87
5 stelle

Non ho sonno è un film che genera un duplice giudizio. Se dovessimo valutare la pellicola dal suo incipit, quindi teniamo conto i primi venti minuti, direi che il suo voto non è inferiore al sette ma si avvicina addirittura all’otto. Tutto parte da uno scantinato in cui un bimbo, nascosto ci mostra il brutale omicidio della madre per mano di un assassino non identificato. La musica di sottofondo, la situazione pericolosa e le inquadrature dal punto i vista del ragazzino, tendono la sequenza iniziale un buon punto di partenza.

 

Diciassette anni dopo una prostituta entra casualmente in possesso di una cartellina contenete articoli di giornale che fanno riferimento all’omicidio di cui sopra. L’inseguimento della donna da parte del killer e il conseguente omicidio sul treno che viaggia di notte senza fermate, condite da una sufficiente dose di rumori di sottofondo, sono l’apice della pellicola. Così lo spettatore si illude che sarà tutto in discesa, che lo svolgimento della trama, adesso che ha preso la direzione giusta, sarà semplice e coinvolgente … e invece …

 

Dario Argento, come da diversi film a questa parte (da Opera in poi è tutto una discesa agli inferi), sembra non essere più in grado di imbastire una storia concreta e interessante dall’inizio alla fine. Si limita a gettare qui e la qualche buona idea che poi non sviluppa mai sufficientemente.

 

Non ho sonno è l’ennesima conferma che il buon cinema di Argento è ormai svanito. Un film che parte benissimo, incanalando l’attenzione e la suspense dello spettatore che spegne quasi subito quando, finito l’interessante preambolo di cui sopra, inizia lo svolgimento della narrazione che tra la recitazione indecente degli attori, ovviamente Max von Sydow è eccezionale come sempre ma il suo personaggio è così poco presente che non potrebbe mai risollevare le sfortunate sorti di questo film, e una sceneggiatura disastrosamente composta, che finisce per essere solo un insieme di cose mal raccontate che conducono ad un finale articolato ma comunque scontato.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati