Espandi menu
cerca
Cast Away

Regia di Robert Zemeckis vedi scheda film

Recensioni

L'autore

fede993

fede993

Iscritto dal 25 maggio 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci -
  • Post -
  • Recensioni 107
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Cast Away

di fede993
8 stelle

Il film è sicuramente bello ma quello che lo rende spettacolare è l'interpretazione perfetta di Tom Hanks, con pochissimi dialoghi riesce a tenerti incollato alla poltrona. Voto 8

Tom Hanks propone una delle sue migliori interpretazioni nel ruolo di Chuck Noland, un ingegnere del più grande corriere aereo al mondo (la Federal Express), la cui felice e frenetica esistenza accanto alla fidanzata Kelly viene bruscamente interrotta da un incidente aereo che lo vedrà costretto a lottare per la sopravvivenza su di un'isola deserta. Ma scoprirà ben presto che il suo più grande viaggio, quello interiore, è appena iniziato. La straordinaria mente creativa di Robert Zemeckis torna a commuoverci e a sorprenderci, in questa che è di certo la sua opera più compiuta stilisticamente, qualitativamente e umanamente. Un viaggio di perdizione nel quale un uomo deve fare i conti con la solitudine e la natura incontaminata nella quale è inaspettatamente finito. Certo, il rischio di fare un copia e incolla di Robinson Crusoe c'era eccome, tuttavia il regista riesce a dare al film un significato di straordinaria attualità. Zemeckis crea delle straordinarie riprese, costruendo abilmente sugli spazi naturali la psicologia del personaggio, scavando con profondità nel suo stato interiore. La presenza della macchina da presa è impercettibile, sembra che le azioni e i comportamenti di Chuck siano visioni appartenenti agli alberi, alle rocce, alle pietre, al cielo, al mare. L'isola rappresenta, metaforicamente, un luogo in cui si corre il rischio di perdere tutto ciò che si è costruito con le proprie mani. In questo gioca un ruolo predominante il fatum, il destino, che muove, distrugge e condiziona imprescindibilmente le nostre esistenze. E' il fato che spinge Chuck sull'isola, è il fato che gli porta una vela tramite la marea, spingendolo così a trovare la forza e il coraggio di fuggire via. Una volta ritornato a casa, però, capisce che la vita che si era costrutio in passato è perduta per sempre. Ma il fato ha deciso che Chuck deve ricominciare a vivere, perchè chissà la vita cosa ha in mente per lui. L'unico difetto del film è un accenno di sentimentalismo verso la parte finale, ma nulla di eccessivo. Tom Hanks si rivela ancora una volta un vero e proprio miracolo interpretativo; la sua performance deve essergli costata parecchi chili, ma, visti i risultati ne è valsa proprio la pena. Una recitazione la sua intensa, superba, inarrivabile, in grado di divertirci e commuoverci al tempo stesso. 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati