Espandi menu
cerca
Cast Away

Regia di Robert Zemeckis vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Scarlett Blu

Scarlett Blu

Iscritto dal 25 febbraio 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 61
  • Post 3
  • Recensioni 159
  • Playlist 22
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Cast Away

di Scarlett Blu
8 stelle

Grande prova interpretativa per Tom Hanks, attore tra i miei preferiti, versatile e talentuoso, che recita da solo per buona parte del film, in uno scenario naturalmente bello, ma davvero essenziale che concede poco alla spettacolarizzazione, per portare l'attenzione su concetti diversi e più sottili.
Chak Noland lavora per la Fed Ex, corriere espresso che raggiunge tutto il pianeta e il suo compito è ottimizzare i tempi delle consegne. Una vita programmata, normale e frenetica che gli concede poco tempo anche per la fidanzata (la bravissima Helen Hunt), salta per aria quando l'aereo su cui viaggia precipita nell'oceano; sopravvissuto miracolosamente allo schianto si ritrova da solo, senza mezzi, in mezzo al nulla su un isolotto deserto dove non ci sono altro che palme e noci di cocco. Qui inizierà la sua lotta per la sopravvivenza, in un' esistenza che lo priva di tutto, che lo immerge nella solitudine più totale - unica compagnia la foto della fidanzata e un pallone che lui chiamerà Wilson con cui si riduce a parlare per non impazzire, o forse è già impazzito - mal di denti che non si possono curare e la tentazione di arrendersi di fronte alle remote speranze di abbandonare l' isola.
Dopo 4 anni, la fortuna o il caso gli daranno un' occasione per tentare la fuga. 
La prima volta che sono andata a vedere questo film al cinema, temevo sinceramente che mi sarei annoiata, ma non è successo; continuo a rivederlo con infinito piacere e la parte centrale è davvero coinvolgente, grazie anche a una sceneggiatura efficace, è quasi assente anche la musica, a sottolineare il silenzio (salvo i suoni della natura, con i suoi elementi) e la solitudine in cui si trova a vivere il protagonista.
Tom Hanks sa riempire la scena e cattura l'attenzione senza mai esagerare, modificando se stesso nel corso del tempo.
Il film offre tanti spunti di riflessione, sul nostro concetto di vita, sulle nostre necessità basilari, sul superfluo di cui ci circondiamo, ma cosa accadrebbe se all'improvviso ci ritrovassimo a non avere più nulla, neppure il fuoco per scaldarci o cucinare?
E quando finalmente il protagonista torna alla civiltà, la vita nel frattempo è andata avanti anche senza di lui, e resta il rimpianto di possibilià perdute ormai perse per sempre - la sua ragazza si è sposata con un altro; struggente, doloroso è bellissimo il loro incontro - ma bisogna tornare alla vita in qualche modo anche se lui ha quasi scordato cosa fossero le comodità e non riesce neppure a dormire nel suo letto,  - ma si deve ripartire da zero, scegliere una direzione da prendere, perchè forse non è il caso, ma sono le nostre scelte a determinare il nostro destino.
Bellissimo film, grandissimo Tom Hanks.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati