Trama

André Polonski, famoso e celebrato piansista e Mika Muller, presidente dell'industria del cioccolato Muller si sposano per la seconda volta. Il concertista anni prima aveva sposato Lisbeth dalla quale aveva avuto un figlio Guillame e che era morta in seguito ad un incidente automobilistico. Jeanne che apprende per puro caso di essere stata scambiata al momento della nascita con un Guillame entra nella vita di André per scoprire la verità.

Note

Ogni tanto succede ancora il miracolo di vedere un film bello, impeccabile, inattaccabile. Questo onore è toccato all'ex enfant terrible della Nouvelle Vague Claude Chabrol, che mette sullo schermo le sue conoscenze cinefile (Lang, Hitcock e Renoir) con grande eleganza e senza un minimo di autocompiacimento. La suspense cresce minuto dopo minuto, la storia avvolge e intriga, gli attori sono straordinari, il divertimento è assicurato. E tutto senza bisogno di effetti speciali per allocchi e di star system esasperato: bastano pochi ambienti, suggestioni, atmosfere, sono sufficienti sguardi impercettibili. Un solo rimpianto: se Claude Chabrol nel 2000 non fosse stato in giuria a Venezia, il Leone d'oro non glielo avrebbe tolto nessuno.

Commenti (8) vedi tutti

  • Un gran bel film, che indaga con occhio introspettivo sulle debolezze e manie della borghesia. Una sorta di melo' del terzo millennio.

    commento di slim spaccabecco
  • Anche nel 2000, anche per Chabrol, il fascino della borghesia continua ad essere…discreto.

    commento di movieman
  • Un vero e proprio thriller dell’anima in cui i sospetti, il sacrificio, le ansie, i turbamenti della borghesia vengono fatalmente a galla.

    commento di daveper
  • Tra la commedia e il giallo,un film intrigante,accattivante,ricco di tensione,con una splendida Isabelle Huppert.

    commento di gio83
  • Chabrol con una regia elegante indaga la perfidia e il cinismo borghese,orchestrando un giallo dal meccanismo perfetto.

    commento di principessasofia
  • 7,5

    commento di incallito
  • Abominevole

    commento di aredhel
  • banale, piatto, noioso…

    commento di Dr.Lynch
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
8 stelle

Tra i film della produzione chabroliana matura questo è quello che ho preferito. "Grazie per la cioccolata" è un'ennesima requisitoria antiborghese, ambientata però in Svizzera e non più nella provincia francese di cui tante volte il regista ci aveva mostrato il volto segreto. La consueta cattiveria chabroliana cede il posto a un disincanto che tocca nel profondo, a… leggi tutto

15 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Kurtisonic di Kurtisonic
6 stelle

Chabrol non rinuncia ad infliggere le ultime stilettate a vizi e debolezze della borghesia, con la sua attrice regina, Isabelle Huppert mette in scena un noir melodrammatico che ha il gusto dell'usato sicuro, e l'efficienza di un meccanismo  filmico bene oliato. Presentato fuori concorso a Venezia 2000 suscitò qualche polemica ai danni della programmazione che inserendo il regista in giuria… leggi tutto

7 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

shadgie di shadgie
stelle

questa non è un'opinione...è una lamentela. ho cominciato a vedere uqesto film alle 5 di ieri notte, e dopo averne visto più della metà ho convenuto che era meglio dormire, nonostante la tensione anti sonno...dunque avevo acceso già "rec" per registrare ma non è andata. ufff. niente "colpo di scena", niente rivelazione per me, anche se ho letto il finale su un sito rivale leggi tutto

1 recensioni negative

2016
2016

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Tra i film della produzione chabroliana matura questo è quello che ho preferito. "Grazie per la cioccolata" è un'ennesima requisitoria antiborghese, ambientata però in Svizzera e non più nella provincia francese di cui tante volte il regista ci aveva mostrato il volto segreto. La consueta cattiveria chabroliana cede il posto a un disincanto che tocca nel profondo, a…

leggi tutto
2015
2015
2014
2014

Recensione

michel di michel
6 stelle

Su uno spunto da telenovela, lo scambio di bambini in culla, Chabrol intesse un noir psicologico che dovrebbe reggere sulle spalle di Isabelle Huppert, cioccolatara dall'oscuro passato. L'attrice è certo brava nel suggerire quello che non c'è, ma la sua interpretazione puzza di manierismo. Per il resto il film ha l'eleganza un po'scipita di molto cinema francese girato per la TV.

leggi tutto
Recensione
2013
2013

Recensione

Kurtisonic di Kurtisonic
6 stelle

Chabrol non rinuncia ad infliggere le ultime stilettate a vizi e debolezze della borghesia, con la sua attrice regina, Isabelle Huppert mette in scena un noir melodrammatico che ha il gusto dell'usato sicuro, e l'efficienza di un meccanismo  filmico bene oliato. Presentato fuori concorso a Venezia 2000 suscitò qualche polemica ai danni della programmazione che inserendo il regista in giuria…

leggi tutto
2012
2012

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Tratto da The chocolate cobweb di Charlotte Armstrong, con una sceneggiatura firmata dal regista insieme a Caroline Eliacheff (già con Chabrol per Il buio nella mente, 1995, e ancora al suo fianco per Il fiore del male, 2003), Grazie per la cioccolata è l'ennesima incursione di Chabrol nelle fitte e oscure trame della ragnatela della famiglia borghese benestante, in cui si annidano misteri,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2011
2011

Quella dolce droga....

panflo di panflo

Sino l mese scorso ne ero schiavo ; ogni giorno alle 14 e alle  20  assieme al caffè dovevo assumerla; la domenica dose tripla. In inverno sui campi da sci, la assumevo liquida e calda , magari con panna. Ora sono…

leggi tutto
2010
2010

Recensione

ligeti di ligeti
8 stelle

Come è ben noto, il tema prediletto di Claude Chabrol era il marcio che si nasconde dietro la facciata educata e perbene della famiglia borghese. In Grazie per la cioccolata lo affronta ancora una volta con le cadenze pacate di un thriller insolito, che non ha bisogno di inseguimenti, colpi di scena o morti violente per avvincere. O meglio, tutti questi elementi ci sono, ma quasi non…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

E' morto Claude Chabrol

steno79 di steno79

(ANSA) - PARIGI, 12 SET - E' morto questa mattina a Parigi Claude Chabrol, protagonista della Novelle Vague con Truffaut e Godard. Chabrol, che aveva compiuto 80 anni il 24 giugno e realizzato oltre 60 film per il…

leggi tutto

Giù le mani!

graffiodiluna di graffiodiluna

Houston, we have a problem!!!! La Nutella sarà dichiarata fuorilegge! E' una delle conseguenze del voto del parlamento europeo, è già arrivato il primo sì "all'introduzione per ogni alimento…

leggi tutto
2009
2009

Recensione

jonas di jonas
6 stelle

Strano incontro fra una giovane pianista e una coppia matura, compassata e con scheletri nell’armadio: la giovane potrebbe essere figlia di lui e cerca di scoprire se i suoi dubbi sono fondati. Chabrol non è interessato ai colpi di scena: la verità viene fatta intuire subito, anche se il finale rivelatore ha un certo fascino visivo (lo sguardo che si allarga e scopre un…

leggi tutto
Recensione

Recensione

riorob di riorob
6 stelle

E piccolo racconto di una famiglia non famiglia. Tante cose si vedono ma tante altre non si vedono: racconto di una borghesia che è sempre brava a nascondere i propri peccatucci. Anche quando i peccatucci equivalgono ad un omicidio. Bunuel guardava con occhi critico la borghesia e la prendeva in giro. Questo film la osserva con occhi attento e che non critica. La accompagna lentamente. Come…

leggi tutto
Recensione

Segreti di famiglia

Redazione di Redazione

Vite apparentemente normali, persone ordinarie, tutto scorre all'insegna della tranquillità. Ma la macchina da presa indaga, la storia fa il suo corso e appaiono le prime ombre: è il passato che chiama. Scomode…

leggi tutto
2008
2008

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Losanna (Svizzera).Dopo avere saputo accidentalmente di essere stata il possibile oggetto di uno scambio di culla alla nascita, una giovane pianista è determinata a conoscere il suo probabile padre. L'uomo, a sua volta, è un affermato pianista, che da poco ha sposato per la seconda volta una ricca industriale (Isabelle Huppert) dopo avere perso la precedente, amatissima moglie. La ragazza non…

leggi tutto
Recensione
2007
2007

LA LISTA PIù DOLCE

herbie di herbie

3 generi diversi con protagonista la cioccolata : dal misterioso Grazie per la cioccolata al divertente La fabbrica di cioccolata, passando per il leggero Chocolat

leggi tutto
Playlist

Tard'Etàrietà

Dying Theatre di Dying Theatre

Il bosco di incongruenze che mi delimita. Sciatte odi ad un D’io mai pregatosi. Fiori di carne che mi scivolano tra le dita, oliose prospettazioni d’un non possesso mai abbastanza perduto, di cui avvertire una…

leggi tutto
Playlist

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Una barca che naviga lentamente su uno specchio d'acqua portando in primo piano una bandiera svizzera è l'incipit dell'ennesimo capolavoro di Chabrol.Stavolta il maestro francese sposta il mirino verso l'alta borghesia svizzera intrecciando una storia di cioccolatai,di figli forse scambiati alla nascita,di un pianista che non si riconosce nel figlio che ha.Chabrol sembra dirci che il marciume…

leggi tutto
Recensione

Recensione

Darjus di Darjus
8 stelle

Chabrol viviseziona l’alta borghesia, rivelandone apertamente morbosità, speciosità e crudeli debolezze. Il sospetto è dovunque (persino negli smaccati riferimenti a F. Lang), anche quando non ve n’è ragione, per poi mancare proprio lì dove occorrerebbe. E il senso di colpa, lento ed inesorabilmente inestinguibile, non si lascia fermare dalle buone azioni; cosicché neanche una…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito