Espandi menu
cerca
Welcome Venice

Regia di Andrea Segre vedi scheda film

Recensioni

L'autore

barabbovich

barabbovich

Iscritto dal 10 maggio 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 77
  • Post 7
  • Recensioni 3118
  • Playlist 4
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Welcome Venice

di barabbovich
7 stelle

La Giudecca, Venezia. È lì che vive Piero (Pierobon), ex galeotto, che col fratello Toni (Citran) lavora come pescatore di moeche (granchi), le cosiddette pepite di mare. Alla morte improvvisa di Toni il terzo fratello Alvise (Pennacchi) vede l’opportunità di riscattare la propria parte della casa avita per farne una confezione extralusso da affittare ai turisti, offrendo a Piero l’opportunità di spostarsi a Mestre con un congruo guadagno. Ma Piero non vuole saperne e tra i due si apre una disputa che avrà momenti drammatici.

Andrea Segre si conferma autore sensibile e raffinato con questo film che, pur presentando un soggetto che ricorda quello de La casa sulle nuvole, ha il pregio di calarlo su una dimensione molto attuale, come già era accaduto con i notevoli Io sono Li, La prima neve e L’ordine delle cose. Stavolta lo sguardo del regista veneto si allunga sulle conseguenze che il Covid-19 ha avuto sugli imprenditori più o meno rapaci (è uno dei primi film italiani in cui si vedono le persone indossare le mascherine). Ma è anche uno sguardo su due mondi lontanissimi e inconciliabili, sulla dialettica irrisolvibile (con finale da manuale del cinema) tra fatica e soldi facili, tra tradizioni secolari e speculazioni finanziarie. Sottotraccia, il film – che peraltro riprende una Venezia tutt’altro che da cartolina, senza sacrificare splendide immagini lagunari – propone anche un’analisi a tutto tondo sui sensi di colpa dei due contendenti, entrambi lacerati dal non avere saputo salvare un altro fratello in momenti difficilissimi e cruciali. Come le moeche, Welcome Venice è una piccola pepita che impreziosisce il cinema italiano ai tempi della pandemia.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati