Espandi menu
cerca
Jurassic World: Il dominio

Regia di Colin Trevorrow vedi scheda film

Recensioni

L'autore

imperiormax89

imperiormax89

Iscritto dall'8 settembre 2021 Vai al suo profilo
  • Seguaci -
  • Post -
  • Recensioni 6
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Jurassic World: Il dominio

di imperiormax89
3 stelle

Jurassic World: Dominion è la chiusura di una trilogia che, concettualmente parlando, non sarebbe dovuta esistere; visto che parlano di cose vecchie aggiungendo solo ibridi, piume, artigli, locuste e la vecchia guardia in vacanza premio.

Citando il buon Synergo, youtuber del canale Cose dell'altro cinema, quando si riferiva a Morbius, in questo caso sarebbe:” Se una cinepresa potesse vomitare, vomiterebbe JURASSIC WORLD: DOMINION”.

 

Ora, come quando si vuol conoscere dei nuovi amici o conquistare un/a ragazzo/a, non credo che sarebbe saggio parlar di vomito in se’ se non affiancandolo a un discorso plausibile.

 

A fine visione, ma anche mezz’ora prima dei titoli di coda che di lì il film aveva perso del tutto presa ed interesse e volevo andarmene, mi sono messo a pensare.

Una storia che vuol discostarsi dal solito raccontando altro, ma lo fa’ malissimo con sottotrame buttate lì.

Tenta di correggere le cozzate dei due film precedenti, ma non fa’ che portarne di più grosse ancora aggiungendoci pure le vongole e i calamaretti.

Cerca di rincuorare tutti con l’effetto nostalgia della vecchia guardia di Jurassic Park, ma sono ridotti a macchiette ridicole (Laura Dern devo ammettere però che è invecchiata molto bene, sperando che non sia un effetto speciale pure quello).
Quelli della nuova guardia e le new entry per come sono trattati e dopo il primo tempo non si vede l’ora che venga un dinosauro a sbranarli tutti, soprattutto la ragazzina.

Il cattivo è un eunuco telefonatissimo che farebbe rivalutare qualunque cattivo visto in passato, il suo assistente poi non ne parliamo…!

Tutta la sequenza a Malta è da denuncia penale, sia chiaro.

Il finale è di un retorico irritante dei peggio film di Steven Spielberg.

Per una volta, finalmente, usano gli animatronics, ma nelle scene ad alta tensione (?) sembrano dei pupazzoni di Gardaland.

La musica di Michael Giacchino è quasi anomima, addirittura il motivetto storico di Williams.

Il montaggio fa’ schifo al cazzo, di solito non fa’ capire quello che succede, figuriamoci nelle scene d’azione con scavalcamenti a non finire.

La regia non esiste, Colin Trevorrow è in vacanza premio e ad ogni ciak sembra avere in mano un bicchiere di Mojito.

Quello che c’era di buono in tutta la saga, tutta, viene ridotta ad una parodia che non fa’ ridere se non per il trash involontario di molte scene, ma soprattutto non facendo tornare nulla di quello visto prima.

 

Dopo ciò, non soltanto ho rimpianto i due film mediocri precedenti, non soltanto ho rimpianto Jurassic Park 3, ma addirittura ho rimpianto Chicken Park di Jerry Calà, io ve lo giuro! Per quanto facesse schifo almeno quello voleva essere una parodia e non si prendeva sul serio.

E’ la prima volta che lo faccio, ma ne sconsiglio vivamente la visione se ci tenete a non strapparvi i capelli o il cuoio capelluto.

 

 

Ah, dimenticavo i dinosauri, quali…?!

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati