Espandi menu
cerca
Clara Sola

Regia di Nathalie Álvarez Mesén vedi scheda film

Recensioni

L'autore

leporello

leporello

Iscritto dal 18 dicembre 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 42
  • Post 5
  • Recensioni 652
  • Playlist 9
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Clara Sola

di leporello
6 stelle

    Particolarmente ostico, difficile e indigesto, questo “Clara Sola”, certamente di indubbio valore autoriale, si avvale di una regia e sceneggiatura che danno però l’impressione di subire il personaggio pensato molto più di quanto non sappiano costruirlo, un atteggiamento passivo/remissivo sostenuto anche  dalla inquietante legnosità dei tratti somatici della protagonista, rigidamente intrappolato in un’idea che non sa (o non vuole, forse) liberarsi dalle trappole da se stessa innescate (bella la prima scena, in cui Clara tende disperatamente la mano verso la cavallina bianca attraverso un’invisibile barriera che le impedisce il contatto).


   La vicenda scorre piuttosto blanda, pochi gli spunti emotivi così come quelli narrativi; e le pieghe panteistico/miracolistiche che la ornano nel non riuscito tentativo di dare a Clara una dimensione “ultra” sfociano in un finale clamoroso che a mio avviso conferma la non padronanza della situazione, un “laissez faire”  che sceglie infine di sfogarsi (spero non di spiegarsi), anche con  poco rispetto  e scarso buon gusto, sul quel quoziente sacro  già mal espresso (subìto, appunto) in precedenza.


   Se mi si passa la volgarità: né santa, né troia. Ma appunto (e allora): cosa? Il “doppio” di un cavallo? o di uno scarabeo? Clara Sola (tanto il personaggio quanto il film)  è per me personalmente un mistero che ho trovato  non troppo  affascinante, apprezzandone comunque gli sforzi e non capendone però le intenzioni.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati