Espandi menu
cerca

Trama

Una madre remissiva, devota anima e corpo al marito e ai figli, vive un'esistenza monotona, scandita da compiti banali e ripetitivi. Un semplice trucco di magia il giorno del compleanno del figlio di quattro anni non va come dovrebbe e innesca una valanga di catastrofi che, assurde e improbabili, si abbattono sulla sua famiglia. Il mago trasforma il marito, un padre autoritario, in una gallina costringendo la donna ad assumere il ruolo di capofamiglia. Uscendo dal mondo a cui è abituata, dovrà superare mari e monti per trovare il consorte, provvedere ai figli e lottare per la sua sopravvivenza. Sarà così che si trasformerà gradualmente in una donna indipendente e forte.

Curiosità

La parola al regista

"Dopo aver studiato all'Istituto Superiore di Cinema dell'Accademia d'Arte d'Egitto, ho diretto due cortometraggi, Breathe Out e The Aftermath of the Inauguration of the Public Toilet at Kilometer 375, i primi due a essere ammessi in concorso nella sezione Cinéfondation del Festival di Cannes nel 2014.

Feathers ha avuto inizio da un'idea piuttosto semplice che ho avuto circa sei anni fa. È la storia di un uomo che si trasforma in un pollo e ci sono prove serie e concrete che avvenga: non si tratta né di uno scherzo né di un complotto. Attraverso tale parabola, ho voluto fotografare una parte della vita difficile che ogni normale famiglia egiziana è chiamata a condurre. Dovendo affrontare l'assurda situazione, i componenti della famiglia dell'uomo reagiscono senza pensarci troppo. In realtà, sono come bloccati. Proprio perché sono degli antieroi, a nessuno importa di loro o dei loro problemi. Ho visto da vicino il disinteresse e dal momento in cui mi è venuta l'idea di farne un film ne sono stato completamente ossessionato.

Sono stato ispirato da molte cose e ho un profondo legame con la cultura egiziana, soprattutto con il suo patrimonio cinematografico e musicale. Cineasti come Cineasti come Youssef Chahine, Mohamed Khan, Khairy Beshara, Yousry Nasrallah, Oussama Fawzy ma anche come Robert Bresson, Aki Kaurismaki e Jacques Tati mi hanno dato l'ispirazione per Feathers. Il film è costruito come una poesia, attraverso cui cerco di far sentire al pubblico l'essenza delle nostre vite. Nel dirigerlo, ho cercato di costruire un ponte tra i personaggi e noi, in modo da sentire ciò che anche loro sentono. Volevo essere il più sincero possibile con loro e con le loro paure, senza etichettarli o giudicarli".

Commenti (1) vedi tutti

  • Quante di voi hanno mai pensato che il proprio marito fosse un “chicken brain”, cioè un cervello da gallina? Ed è questo il caso letterale, nel film Feathers, letteralmente “piume”. Parliamo di quelle che svolazzano in un indecoroso appartamento, quasi un pollaio per sporcizia e povertà, dove un arrogante, autarchico marito viene trasformato da un

    leggi la recensione completa di gaiart
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

alan smithee di alan smithee
7 stelle

FESTIVAL DI CANNES 74- SEMAINE DE LA CRITIQUE- MIGLIOR FILM/TORINO FILM FESTIVAL 39: CONCORSO TORINO 39 In un contesto popolare contrassegnato da squallore e trascuratezza, una tipica famiglia composta da padre operaio ottuso e intransigente, una moglie devota e completamente succube, e tre figli in età scolare e pre-scolare, adattata a vivere entro quel panorama desolante di puro… leggi tutto

1 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

gaiart di gaiart
6 stelle

Quante di voi hanno mai pensato che il proprio marito fosse un “chicken brain”, cioè un cervello da gallina? Ed è questo il caso letterale, nel film Feathers, letteralmente “piume”. Parliamo di quelle che svolazzano in un indecoroso appartamento, quasi un pollaio per sporcizia e povertà, dove un arrogante, autarchico marito viene trasformato da un… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2021
2021

Recensione

alan smithee di alan smithee
7 stelle

FESTIVAL DI CANNES 74- SEMAINE DE LA CRITIQUE- MIGLIOR FILM/TORINO FILM FESTIVAL 39: CONCORSO TORINO 39 In un contesto popolare contrassegnato da squallore e trascuratezza, una tipica famiglia composta da padre operaio ottuso e intransigente, una moglie devota e completamente succube, e tre figli in età scolare e pre-scolare, adattata a vivere entro quel panorama desolante di puro…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

gaiart di gaiart
6 stelle

Quante di voi hanno mai pensato che il proprio marito fosse un “chicken brain”, cioè un cervello da gallina? Ed è questo il caso letterale, nel film Feathers, letteralmente “piume”. Parliamo di quelle che svolazzano in un indecoroso appartamento, quasi un pollaio per sporcizia e povertà, dove un arrogante, autarchico marito viene trasformato da un…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito