Espandi menu
cerca
Never Say Never Mind: The Swedish Bikini Team

Regia di Buzz Feitshans IV vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 15
  • Post 6
  • Recensioni 1130
  • Playlist 114
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Never Say Never Mind: The Swedish Bikini Team

di Marco Poggi
5 stelle

Assurda parodia dei film di spionaggio con protagoniste quattro false ballerine svedesi (in realtà modelle americane con parrucca platino) apparse in diversi spot USA anni '90. Oltre alla sigla in stile bondiano, le quattro bellezze sono le uniche attrattive di un film d'azione di mediocre fattura.

Assurda parodia delle pellicole di spionaggio alla James Bond,, che ha come protagoniste un gruppo di ballerine pseudo-svedesi (in realtà, belle e tornite modelle americane con parrucca platino) apparse negli spot americani di una marca di birra degli anni '90 e in diversi numeri di "Playboy". Oltre  al prologo e alla sigla iniziale in stile bondiano (in verità, ci sarebbe anche il titolo, che rimanda ai film di 007, fuori serie che Sean Connery, nel 1983, interptretò benché poi fosse solo un remake alla 20 anni dopo - in realà 18 - della quarta pellicola regolare, "AGENTE 007  -THUNDERBALL  OPERAZIONE TUONO"), le quattro bellezze sono le uniche attrattive di questo film d'azione di mediocre fattura, anche se le nostre agilim eroine hanno a che fare con spie straniere poco minacciose, terroristi ingenui e alle prime armi e bombe da disinnescare, per salvare il Big Ben e il ponte di Londra. Vanitoso e vestito in doppio petto  il capo delle ragazze, l'algido mister Blue interpretato da Bruce Payne, mentre la partecipazione del più noto John-Rhys Davies, nei panni di un terrorista arabo che uscito fuori dalle barzellette, è alimentare (fra un titolo blasonato ed un altro, l'attore inglese ne ha girate sin troppe di pellicole brutt e a basso budget, non disprezzando, però, le comparsate in alcuni serial tv di successo, tipo "STAR TREK VOYAGER",  dove si è messo addirittura nei panni di Leonardo da Vinci) . Fan service all'inglese, con qualche sporadica  scazzottata.divertente (uffa, che noia, i film d'azione inglesi dove i registi e i montatori, soprattutto i montatori, si ricordano di mettercela l'azione  solo poche volte), qualche ballo sexy, perché  le protagoniste sono pur  sempre ballerine, e l'immancabile invito a Buckingham Palace dalla regina, perché le ragazze sono pur sempre dei rimpiazzi dell'agente 007. Esilarante la pistola speciale in dotazione alle ballerine che lancia una specie di raggio invisibile che fa vomitare gli avversari, anziché ferirli, o ucciderli. Davvero un peccato che l'idea di base non sia stata sfruttata come si deve, perché, sotto sotto, quella  delle ballerine svedesi che sono, in realtà, delle spie addestrate alle rapide azioni commando e ai più buffi e sensuali corpo corpo con gli avversari, la trovo assai buona.    

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati