Trama

Durante una missione su Marte, un clandestino finito a bordo per caso provoca involontariamente danni ingenti ai sistemi di supporto vitale dell'astronave. Con risorse in rapido declino e lo spettro della fine che incombe, una ricercatrice medica si impone come l'unica voce contraria alla logica clinica del suo comandante e del biologo di bordo.

Approfondimento

ESTRANEO A BORDO: IL PERICOLO VERSO MARTE

Diretto da Joe Penna e sceneggiato dallo stesso con Ryan Morrison, Estraneo a bordo è ambientato in un futuro prossimo, in un tempo in cui l'umanità viaggia nello spazio e l'MTS-42 è diretto per l'ennesima missione su Marte. A bordo vi è la squadra guidata da Marina Barnett, la comandante della navicella alla sua terza e ultima missione nella colonia sul pianeta rossa. Con lei viaggiano la ricercatrice Zoe Levenson e il biologo David Kim che, scelti tra le migliaia di candidati, si sono preparati rigorosamente per un viaggio che li vedrà passare due anni lontani dai loro cari. Nel corso dei rituali controlli di sicurezza dopo l'attracco in una stazione spaziale in miniatura, Barnett fa una sorprendente scoperta: un clandestino a bordo. Si tratta di Michael Adams che, dopo essersi risvegliato, si rende conto che la sorella Ava, con cui viaggiava e di sui si prende cura, è tornata sulla Terra da cosa. Senza abbastanza carburante per tornare indietro, Michael accetta la nuova situazione in cui si trova e si unisce all'equipaggio in quella che diventerà presto una lotta per le loro vite.

Con la direzione della fotografia di Klemens Becker, le scenografie di Marco Bittner Rosser e le musiche di Volker Bertelmann, Estraneo a bordo è stato così spiegato dai due sceneggiatori: "Ambientato sullo sfondo di una missione verso Marte, Estraneo a bordo è stata la nostra prima sceneggiatura per un lungometraggio. Entrambi amiamo i dibattiti filosofici, i dilemmi morali e i film sullo spazio. Affidare la realizzazione di un film ambientato nello spazio, costosissima, a u regista esordiente era ovviamente un rischio che nessun produttore avrebbe voluto prendersi. Per tale ragione, ci siamo concentrati su un'altra sceneggiatura, quella di un uomo bloccato in un ambiente ospitale, Arctic, che poi abbiamo trasformato con successo nella nostra opera prima, presentata a Cannes. Ciò ci ha permesso di tornare a quella prima sceneggiatura messa da parte e, con il desiderio di essere il più vicino possibile alla realtà, abbiamo parlato con diversi esperti per avvicinarci in maniera veritiera allo scenario di una possibile missione futura. Dipendenti della NASA, dell'ESA e di compagnie spaziali private come SpaceX hanno condiviso con entusiasmo le loro esperienze e conoscenze, eccitati dall'idea di un film il più accurato possibile".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Estraneo a bordo è Joe Penna, regista, sceneggiatore e produttore di origine brasiliana. Il suo debutto dietro la macchina da presa è stato Arctic, un thriller sulla sopravvivenza di un uomo in un ambiente ostile come quello artico. Presentato al Festival di Cannes nel 2018, è uscito nelle sale… Vedi tutto

Commenti (7) vedi tutti

  • Quella dell'involontario clandestino nero tra i cavedi di una nave con due bianche e un giallo verso il rosso Marte è una (sci-)fantasia multicolore che rasenta un risibile pretesto. Umano e razionale alla prevedibile resa dei conti: tutto purché si riempia quel maledetto palinsesto dell'on demand!

    commento di maurizio73
  • Le due basi della storia sono del tutto risibili (la faccenda del clandestino e quella del guasto irreparabile), e rovinano quanto di intrigante ed emozionante il resto del film può riservare. Interessante la struttura della nave spaziale. Voto 5.

    commento di ezzo24
  • Black Lives Matter

    commento di maxpax4567
  • Le fredde equazioni.

    leggi la recensione completa di mck
  • Bella ma drammatica odissea spaziale, dove - incredibilmente - a nessuno fa piacere togliere la vita agli altri!

    leggi la recensione completa di robgorhar
  • Tra SCI-FI e thriller. Buon lavoro del regista Penna. Tanti elementi di riflessione

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Viaggiando a ritmi volutamente compassati, si riesce a toccare buoni livelli di intensità e il risultato risulta interessante. La buona prova dei quattro attori coinvolti porta a un film decisamente solido.

    leggi la recensione completa di silviodifede
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

mck di mck
7 stelle

    “StowAway” (Clandestino), l’opera seconda di Joe Penna dopo l’esordio di “Arctic” (entrambe scritte con Ryan Morrison), del quale in pratica è una specie di riedizione 2.0 che sposta il survival movie dal freddo polare a quello spaziale in direzione Marte, con SpaceX/Tesla (& NASA/JPL) sostituiti dai soli capitali privati della… leggi tutto

4 recensioni positive

2021
2021

Recensione

mck di mck
7 stelle

    “StowAway” (Clandestino), l’opera seconda di Joe Penna dopo l’esordio di “Arctic” (entrambe scritte con Ryan Morrison), del quale in pratica è una specie di riedizione 2.0 che sposta il survival movie dal freddo polare a quello spaziale in direzione Marte, con SpaceX/Tesla (& NASA/JPL) sostituiti dai soli capitali privati della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 17 utenti

Recensione

robgorhar di robgorhar
8 stelle

Un' odissea nello spazio senza cattivoni né facili violenze. Certo è poco spettacolo per gli americani, che se non vedono un morto ogni 15 secondi si addormentano...  si tratta sicuramente di una storia narrata in modo drammaticamente realistico, con un forte senso di impotenza che è affrontato da persone normali con reazioni credibili e misurate, senza il solito…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

In un anno non meglio definito, in un  futuro prossimo venturo, dopo una lunga e laboriosa preparazione, una missione umana è finalmente pronta per affrontare il primo viaggio alla volta di Marte. La squadra è costituita da tre astronauti, la comandante  Marina Barnett, il biologo Kim e una giovane ricercatrice medica di nome Zoe. Il programma chiamato Hyperion, ha…

leggi tutto
Recensione
Utile per 12 utenti

Recensione

silviodifede di silviodifede
7 stelle

La quantità oggettivamente eccessiva di film "usa e getta" che sono stati prodotti nel tempo da Netflix ha reso tanti (tra cui me stesso) piuttosto prevenuti al momento di affrontare la visione di una pellicola realizata dalla piattaforma di streaming. In casi come "Estraneo a bordo" però bisogna capire cosa si pretende di vedere: ogni film dev'essere per forza un capolavoro…

leggi tutto
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito