Espandi menu
cerca
South Park - Il film

Regia di Trey Parker vedi scheda film

Recensioni

L'autore

AndrewTelevision01

AndrewTelevision01

Iscritto dal 18 settembre 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 11
  • Post 5
  • Recensioni 296
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su South Park - Il film

di AndrewTelevision01
9 stelle

Cattivissimo. 9½.

"La violenza anche se orribile e deplorevole è accettabile, basta che nessuno dica parolacce".

-Sheila

scena

South Park - Il film (1999): scena

Volgarissimo, violento, blasfemo, dal linguaggio sessista, razzista, persino misogino.. ma era proprio quello che mi aspettavo. "South Park" é la nota serie animata satirica in cutout animation, nata verso la fine degli anni 90', ideata dallo sceneggiatore Trey Parker e dall'attore Matt Stone: la serie animata é la più criticata di sempre per il suo linguaggio esplicito, che se visto con occhio critico, tende a rispecchiare (satirizzandoci) la realtà americana, i vari problemi che vi sono all'interno degli Stati Uniti, le proprie usanze che vengono messe in atto con battute esplicite, ma proprio a livelli esagerati (anche se quest'ultimo vocabolo viene visto come negativo). Non seguendo la serie tv, ma avendo visto qualche episodio delle prime stagioni, so sì e no la storia, i suoi personaggi e soprattutto la sua veritiera morale: "South Park" é sempre andato controcorrente, e ha fatto la sua strada, distaccandosi completamente dai cartoni commerciali (non a caso é diventato un cult). Questo film prende i fenomeni del momento (anno 1999) e spacca in due l'opinione pubblica: bisogna spingersi a tanto per ridere sulla guerra? Il punto di forza degli sceneggiatori della serie animata è stata sempre quella di non smettere mai di satirizzare sui fenomeni del momento e non. Per non parlare di varie volte in cui entrambi entrarono in cause riguardanti alcuni episodi della serie (episodi sulla guerra, sui cristiani, sull'Islam e sull'ebraismo), ma nonostante ciò entrambi continuarono senza censure a realizzare i propri capolavori, che non sono mai andati a scemare nel corso degli anni con le stagioni.

scena

South Park - Il film (1999): scena

Il film di South Park, come accennato prima, satirizza sulla guerra, sul politico iracheno Saddam Hussein, sulla volgarità cinematografica in stile americano (che é attuale negli Stati Uniti), sull'indignazione e sulla religione. Questa é la trama: dopo aver visto un film dei "comici" canadesi Trombino e Pompadour, i quattro protagonisti Eric Cartman, Stan Marsh, Kyle Broflovsk e Kenny McCormick vengono influenzati dall'enorme quantità di parolacce presenti nel film e cominciano a dirle a scuola: le mamme dei bambini si indignano, o dopo varie vicende, che cominciano ad essere ripetitive, quest'ultime chiedono aiuto al presidente americano Bill Clinton, che da parola a loro. Il perché? L'indignazione delle mamme é dovuta all'odio verso il Canada (che rispecchia il chiaro razzismo tipico degli statunitensi) e invece di insegnare vere morali ai figli, cominciano a sbarazzarsi di loro e dichiarono guerra al Canada. Kenny, il quarto protagonista, muore e, presentandosi all'Inferno, incontra una coppia interessante: Satana e Saddam Hussein, quali vogliono trasferirsi sulla Terra per dominarla. 

Un'opera eccezionale! Credo sia uno dei migliori film d'animazione mai realizzati, ai livelli dei cult che tutti noi conosciamo/abbiamo visto almeno una volta nella vita. Sono rimasto veramente colpito della cattiveria, pesantezza (che ho apprezzato) e volgarità che, se devo essere sincero, é molto simile a quella utilizzata in "Italiano Medio" e "Borat". Se ci pensate i due film in questione prendono in giro gli stereotipi del medio della nazione in particolare, utilizzando gli stessi mezzi e la stessa base di quest'ultimi per portare ad un'umiliazione, che se vista in sala, da piena goduria agli amanti del cinema, ma soprattutto della satira in generale. Il mio personaggio preferito in assoluto é Cartman, ovvero la personificazione del male assoluto: egli é un riassunto di tutti i difetti del ragazzino medio americano e adoro come il suo carattere rimanga lo stesso, nonostante i vari tentativi da parte dei personaggi secondari nel cambiarlo in tutto e per tutto. La cattiveria di questo personaggio deriva da un odio puro verso un certo tipo di persone, difatti é un antisemita e profondamente razzista. Non ha sentimenti per nessuno e crede soltanto in sé stesso, ma portando ad una vera e propria auto-critica al personaggio. Il film é una vera e propria opera d'arte: noto però che é stato candidato agli Oscar 2000 per miglior canzone ("Blame Canada") e ciò fa capire come il significato del film non sia stato capito dagli americani stessi. Per il resto, posso dire di essermi divertito abbastanza in un'ora e quasi venti!

Uno dei migliori lungometraggi mai realizzati.

9½.

 

 

 

 

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati