Espandi menu
cerca
Land

Regia di Robin Wright vedi scheda film

Recensioni

L'autore

leporello

leporello

Iscritto dal 18 dicembre 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 37
  • Post 5
  • Recensioni 574
  • Playlist 9
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Land

di leporello
7 stelle

   Un film sceneggiato non altrettanto bene rispetto a come è stato scritto: se la storia di Edee e Miguel, nelle poche parole che tra i due intercorrono, ha certamente molto da dire (ciò che è taciuto fa capolino e si palesa negli splendidi scenari montani egregiamente fotografati), la ripartizione tra la sua prima fase e la seconda (a dividere le due: l’ingresso in scena del protagonista maschile) è troppo sbilanciata verso la prima (troppo evanescente) sia come minutaggio, e sia come attenzione,  costringendo lo spettatore a dover pazientare con una certa noia prima di mettersi davvero in moto; d’altra parte I diffusi, brevi flash back della vita di Edee non aiutano a superare questa noia, anzi forse la esasperano addirittura un pochino. Dopo che tutto cambia quando finalmente un flusso concreto comincia ad avvertirsi con l’incontro dei due personaggi,  intensa e molto indovinata arriva invece la parabola ascendente del finale: un decollo verticale fulminante e commovente, che irrompe come una necessità ineluttabile, come a voler replicare i cicli crudeli ed inevitabili di quella Natura che è, nella sua rappresentazione umana insieme a quella degli altri due regni, animale e vegetale, la terza protagonista di questo “Land”.

 

   Con la regia della Wright (la quale riflette, a mio parere, le sue apprezzabilissime doti di attrice: sincera, discreta, bella suo malgrado e senza saperlo, lontana dai rumori dei fuochi d’artificio dello star-system non per snobismo, ma con sincera e umile consapevolezza di ciò che da questo la differenzia) “Land” diventa un film non certo indimenticabile, ma nemmeno uno di quelli che passa e basta, senza lasciarti niente; ed anzi (grazie anche ai due ottimi protagonisti e a quel guizzo finale davvero pregevole) invita sommessamente  a tornare a lui ancora, con la mente e con il cuore.

 

   Lo consiglio.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati