Espandi menu
cerca
Malcolm & Marie

Regia di Sam Levinson vedi scheda film

Recensioni

L'autore

supadany

supadany

Iscritto dal 26 ottobre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 378
  • Post 189
  • Recensioni 5710
  • Playlist 115
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Malcolm & Marie

di supadany
6 stelle

A furia di soprassedere, di contenere un malessere, di accettare scelte altrui che invece non approviamo, non si fa altro che avvicinarsi lentamente a un punto di non ritorno, culminante in una resa dei conti dagli esiti imprevedibili. Un momento scatenato dalla classica goccia che fa traboccare il vaso, nel quale emergono in un colpo solo talmente tanti risentimenti da mettere in discussione e scardinare anche i rapporti (considerati) più solidi.

Questa congiuntura caratterizza in lungo e in largo Malcolm & Marie. Un film concentrato, per la condivisione di un tempo e di uno spazio circoscritti, per la presenza di due soli interpreti e per essere stato realizzato con una troupe ridotta ai minimi termini quando impazzava la prima ondata della pandemia dovuta al Covid19.

Dopo aver partecipato alla premiere del suo ultimo film da regista, Malcolm (John David Washington) rientra a casa insieme a Marie (Zendaya), la sua compagna.

Mentre Malcolm è in apprensione, in attesa di leggere le prime critiche dei giornalisti, Marie comincia a mostrare un’insolita insofferenza, che farà nascere un’accesa discussione tra i due, portando a galla una sfilza di questioni mai confessate in precedenza.

Sarà una lunga notte, che potrebbe modificare per sempre il loro rapporto.

 

Zendaya, John David Washington

Malcolm & Marie (2021): Zendaya, John David Washington

 

Malcolm & Marie è un dramma da camera, che segna una nuova collaborazione tra il regista Sam Levinson e la lanciatissima Zendaya dopo il successo conseguito con la serie televisiva Euphoria. Con l’aggiunta di John David Washington, altro nome in costante ascesa (lo ricordiamo soprattutto come protagonista di BlacKkKlansman e Tenet), prende forma un film dalle tematiche prevalenti, segnatamente l’amore, con i suoi picchi e cadute rovinose, il cinema, visto dalla parte di chi lo crea, e la critica, chiamata a giudicare, a interpretare le idee altrui senza possedere le chiavi per accedere al cervello e al cuore che hanno preso ogni singola decisione. Inoltre, subentra nell’attualità, illustrando uno stato di emotività precaria paragonabile a quella dovuta alla convivenza forzata, che molte coppie hanno dovuto vivere sulla loro pelle in questi mesi di vita in cattività, con un conseguente inasprimento dei dissapori esistenti, risacche che attendevano solo l’occasione propizia per irrompere sulla scena falciando le (apparenti) certezze.

Dunque, Malcolm & Marie fa degenerare una relazione sentimentale, estrae vibrazioni sottaciute e le esprime mediante una dialettica sostenuta, in stile mumblecore, dà in escandescenza facendo l’elastico tra gli argomenti selezionati, consegnando il pallino del gioco a turni alternati ai due protagonisti, senza ricercare un vero e proprio climax.

Una mistura instabile che ricerca autenticità, riuscendovi solo in parte, in primo luogo grazie agli interpreti, decisamente fotogenici e complici. Zendaya è, come sempre, meravigliosa assumendo le sembianze di una creatura refrattaria alle etichette di rito, mentre John David Washington è più convincente del solito, soprattutto quando il suo personaggio perde le staffe, parlando/sbraitando di cinema, di quello che pensa a riguardo, di ciò che viene interpretato seguendo una codificazione sistematica.

 

Zendaya, John David Washington

Malcolm & Marie (2021): Zendaya, John David Washington

 

Nel suo complesso, il film diretto da Sam Levinson (Another happy day, Assassination nation) vive di strappi, fomentato da minacce e scuse, rimostranze e tregue, scorie del passato e guasti del presente, un accumulo di nervi tesi, sacchi da svuotare e risposte da fornire, con sfoghi intramezzati da frangenti di calma apparente, incorniciati nell’intimità tonificata dall’utilizzo del bianco e nero.

Divisivo.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati