Espandi menu
cerca
I frati rossi

Regia di Gianni Martucci vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 143
  • Post 16
  • Recensioni 9474
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su I frati rossi

di mm40
3 stelle

Ramona sposa il conte Gherghi e si trasferisce nella villa del nobiluomo. Al suo arrivo nota però una curiosa somiglianza tra lei e una donna ritratta alle pareti. Non sarà l'unica stranezza che accadrà, naturalmente.

Soggetto di Luciana Anna Spacca, sceneggiatura di Gianni Martucci e di Pino Buricchi: eppure I frati rossi sembra un film già visto mille volte. Di sicuro non è l’originalità il marchio distintivo di questa pellicola, horror gotico all’italiana low (ma non troppo) budget che sfrutta per l’ennesima agli abitanti odierni di tale villa. Abitanti che, naturalmente, passano un brutto quarto d’ora non appena calano le tenebre: la storia si scrive da sola, in sostanza, i frati rossi del titolo irrompono a casaccio quando serve una buona dose di violenza e i brividi e la tensione reggono di conseguenza abbastanza poco. Il cast non è comunque da sottovalutare, con le presenze tra gli altri di Gerardo Amato (fratello minore di Michele Placido), Lara Wendel, Malisa Longo, Richard Brown/Chuck Valenti, Mary Maxwell e Claudio Pacifico. Gianni Martucci, qui alla sua quinta e ultima regia in un decennio abbondante di carriera dietro la macchina da presa, gestisce più che dignitosamente l’azione e preferisce non eccedere in effetti speciali e violenza. La fotografia è di Sergio Rubini e le musiche sono di Paolo Rustichelli: buon mestiere. 3/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati