Trama

Un padre e un figlio, tanto ricchi da potersi dilettare nell'ozio e nel sesso, nella loro villa di Ginevra trasformata in una sorta di bordello privato. E, naturalmente, otto donne e mezzo, che riassumono prototipi vagamente demodé dell'immaginario sessuale maschile: un'orientale, una ex suora, una virago in tenuta da amazzone, una serva fedele, una prostituta che rievoca Louise Brooks, una nana che verrà ribattezzata Giulietta dopo una visione di "La strada".

Note

L'omaggio di Greenaway a Fellini è esplicito fin dal titolo. Ma "8 donne e 1/2" non ha certo la gioia e la passione per l'universo femminile del (pur misogino) Fellini. Tenta se mai la chiusura metaforica di "La grande abbuffata", senza ritrovarne l'umorismo feroce e la disciplina autocritica. Pare che Greenaway, questa volta, nel suo ingabbiare e incasellare, abbia completamente privilegiato il meccanismo alla metafora, l'autocontemplazione alla pur minima autoironia.

Commenti (2) vedi tutti

  • Tra tutti i suoi films che ho visto (e li ho visti tutti)e cercato di capire, questo è quello secondo me meno riuscito e meno sincero.

    commento di fefy
  • Dissentototalmente dalle vostre considerazioni sul film.

    commento di Totoro
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

OGM di OGM
8 stelle

Il sesso non è un sogno proibito, né un rito sociale, né il frutto di un istinto; è, invece, un concetto universale e multiforme che una lucida volontà creativa può tradurre in atti concreti. La donna, la figura intorno a cui ruota l’universo erotico, non è che un’invenzione funzionale al progetto da realizzare: per questo può… leggi tutto

7 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

steno79 di steno79
5 stelle

Il peggiore tra i film che ho visto di Greenaway: inutile parlare di trama, visto che il film procede in maniera confusa accumulando spunti narrativi in maniera pretestuosa (e le due figure del padre e il figlio protagonisti risultano decisamente prive di spessore), ma anche dal punto di vista visivo risulta deludente, la maniera delle opere precedenti che avevano ben altro vigore, e i… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
4 stelle

Un padre e un figlio, tanto ricchi da potersi dilettare nell’ozio e nel sesso, nella loro villa di Ginevra trasformata in una sorta di bordello privato. Due città, Kyoto e Ginevra, che l’autore descrive come due Eldorado della prostituzione. E, naturalmente, otto donne e mezzo, che riassumono prototipi vagamente démodé dell’immaginario sessuale maschile: un’orientale, una ex suora,… leggi tutto

5 recensioni negative

2015
2015
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2012
2012

1999 prima parte

GroovyNowhere di GroovyNowhere

Finiscono le mie playlist dedicate agli anni 90, io devo ammettere che sono commosso. Può non sembrare ma c'è stato tanto lavoro dietro. Per l'ultima volta dico... I migliori film del 1999, da me selezionati! Tutto…

leggi tutto

Out of Cinema Awards

mck di mck

Piccola e stupida PlayList breve e semplice che spero non offend'alcuno ( m'è uscita vagamente-leggermente misogina, o forse no, proprio l'opposto...) dove a mio insindacabile giudizio vengono premiati tutti quegli…

leggi tutto

Recensione

steno79 di steno79
5 stelle

Il peggiore tra i film che ho visto di Greenaway: inutile parlare di trama, visto che il film procede in maniera confusa accumulando spunti narrativi in maniera pretestuosa (e le due figure del padre e il figlio protagonisti risultano decisamente prive di spessore), ma anche dal punto di vista visivo risulta deludente, la maniera delle opere precedenti che avevano ben altro vigore, e i…

leggi tutto
2011
2011
Trasmesso il 25 maggio 2011 su Iris
Trasmesso il 12 maggio 2011 su Iris

Recensione

sasso67 di sasso67
2 stelle

Anche per Greenaway l'ispirazione poetica è un lontano ricordo. Le sue elucubrazioni ed ossessioni non riescono più a diventare compiuta espressione cinematografica. Come ha giustamente scritto Mereghetti, si tratta di un cinema asfittico e defunto, senza davvero più molto da dire. I fellinismi di prammatica non fanno che peggiorare la situazione.

leggi tutto
Trasmesso il 9 marzo 2011 su Iris

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Il sesso non è un sogno proibito, né un rito sociale, né il frutto di un istinto; è, invece, un concetto universale e multiforme che una lucida volontà creativa può tradurre in atti concreti. La donna, la figura intorno a cui ruota l’universo erotico, non è che un’invenzione funzionale al progetto da realizzare: per questo può…

leggi tutto
Trasmesso il 20 gennaio 2011 su Rete 4
2010
2010
2009
2009

NUDO MASCHILE 18

kappadue83 di kappadue83

Riprendo da dove l'avevo lasciata la lunga playlist del 2006 dedicata ai film con scene di nudo maschile. Anche in questo capitolo, il diciottesimo, 7 film dove a spogliarsi sono gli uomini...

leggi tutto
Playlist

Recensione

 Z di Z
10 stelle

Un darwiniano potrebbe dire che le fantasie che vengono qui enumerate non sono altro, per i due sessi, che una necessità dettata dall'evoluzione.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2008
2008

Recensione

Dying Theatre di Dying Theatre
4 stelle

La solita, stantìa, decadente ed autoptica estetica greenawayana al servizio d'una farsa macabra e boccaccesca di cui nessuno avvertiva, francamente, il bisogno. Tra suggestioni pittoriche sempre più monodimensionali, vaghi rimandi a stilemi della cultura orientale ridotti a clichè da deridere, improbabili omaggi a Fellini e zoppicanti tentativi di humour nero, Peter Greenaway arranca verso…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 13 gennaio 2008 su Rete 4
2007
2007

Recensione

Zarathustra di Zarathustra
8 stelle

E' un omaggio, o almeno una riflessione sullo stesso otto e mezzo. Certo, questo è vero, che greenaway ci prova un certo gusto nel prendere in giro un pò tutti quanti (basta pensare come tratta americani e tedeschi in "le valigie di tulse luper" oppure gli italiani in "il ventre dell'architetto"), ma greenaway si spinge al di là di questa superficiale provocazione ed ironia. Secondo me basa…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

Charlus Jackson di Charlus Jackson
8 stelle

Come poteva essere accolto nell'Italietta conformista un film dove si scherza (con stupidaggine più che consapevole, mi pare ovvio, ma con una classe cui non si rende affatto giustizia con la semplice citazione) sul "divino" Fellini ("Magari era solo uno sporcaccione sopravvalutato, come tutti gli italiani" - "Dici che è andato a letto con tutte le donne dell'harem?"), sul gentil sesso (tra…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito