Espandi menu
cerca

Trama

Detenuto senza alcuna valida ragione nel carcere di Guantanamo per oltre un decennio, il mauritano Mohamedou Ould Slahi chiede l'aiuto dell'avvocatessa Nancy Hollander per essere difeso, tornare finalmente in libertà e raccontare gli abusi e le torture subite dagli ufficiali statunitensi.

Approfondimento

THE MAURITANIAN: GLI ORRORI DELLA PRIGIONE DI GUANTANAMO

Diretto da Kevin Macdonald e sceneggiato da Michael Bonner, Rory Haines e Sohrab Noshirvani, The Mauritanian racconta la vera storia di Mohamedou Ould Slahi, catturato dal governo degli Stati Uniti e rinchiuso per anni senza aver subito un processo a Guantanamo Bay. La sua è una storia di incredibile resistenza e sopravvivenza che, contro ogni previsione, trova due insperate alleate nell'avvocato Nancy Hollander e nella sua giovane socia Teri Duncan. Attraverso la controversa ma tenace difesa delle due legali e le prove scoperte dal formidabile procuratore militare, il tenente colonnello Stuart Couch, verrà alla luce una cospirazione tanto scioccante quanto di vasta portata.

Con la direzione della fotografia di Alwin H. Küchler, le scenografie di Michael Carlin, i costumi di Alexandra Byrne e le musiche di Tom Hodge, The Mauritanian è una riflessione sull'importanza dello Stato di Diritto e sull'estremismo di ogni tipo ma è anche un film spesso tenero, divertente ed edificante su Mohamedou, un uomo straordinario la cui umanità è riuscita a trionfare cambiando tutti coloro che lo hanno avvicinato. La sceneggiatura si basa sul libro di memorie Guantanamo Diary, scritto dallo Mohamedou Ould Shahi ed entrato nella lista dei best seller del New York Times. Pubblicato per la prima volta nel 2015 in Gran Bretagna mentre Shahi era ancora in carcere, il libro ha catturato sin da subito l'attenzione dei produttori Lloyd Levin, Beatriz Levin e Michael Bronner, che si sono recati fino ad Albuquerque per incontrare Nancy Hollander e Theresa Duncan. Hanno ricordato gli stessi: "Il libro ci ha sorpresi. Siamo rimasti colpiti dall'arguzia, dalla poesia, dall'umorismo e dalla saggezza della scrittura di Mohamedou. La sua storia ci ha emozionati e ci siamo commossi davanti alla sua straordinaria resistenza e alla sua incrollabile umanità, tratti che non ha mai perso nonostante l'esperienza brutale e ingiusta vissuta".

Dopo il rilascio di Slahi nel 2016, Bonner è partito alla volta della Mauritania, iniziando un periodo di intenso lavoro insieme sulla storia e sulla sua trasposizione cinematografica (che nel frattempo aveva catturato l'interesse dell'attore Benedict Cumberbatch, pronto a calarsi nei panni di produttore della pellicola). Tuttavia, The Mauritanian non è un adattamento in senso stretto del libro di memorie: "Mohamedou nel libro ha raccontato la sua storia e, ovviamente, non può avere su di essa una visione differente dalla sua. Questa è la ragione per cui abbiamo scelto di concentrarci solo sui primi due terzi della sua vicenda, fino all'appello. L'argomento è scottante e si hanno grandi responsabilità quando si toccano temi così attuali. Il nostro obiettivo era semplicemente quello di presentare un dramma umano che potesse aprire una discussione e portare a profonde riflessioni grazie anche ai messaggi lanciati da Mohamedou stesso, che è a tutti gli effetti un filosofo arguto e compassionevole", ha precisato la produttrice Leah Clarke.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere The Mauritanian è Kevin Macdonald, regista e sceneggiatore scozzese. Nato a Glasgow nel 1967, ha realizzato diversi documentari che hanno avuto vari riconoscimenti, da Marley a Whitney, passando per i progetti La vita in un giorno e Life in a Day 2020. Tra i lungometraggi di finzione da lui diretti si… Vedi tutto

Commenti (1) vedi tutti

  • Un Kevin Macdonald che sa il fatto suo e dirige con classe pur perdendosi in troppi rivoli narrativi ingiustificati. Una Foster eccellente e una fotografia meravigliosa rendono questo film qualcosa di arrapante come le gambe di Shailene Woodley mostrate però in altri film in cui fu assai meno castigata da tailleur, qui, da donna pudica.

    leggi la recensione completa di 79DetectiveNoir
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
7 stelle

Un uomo, per quanto abbia agito nel giusto e nel rispetto delle leggi, non ha la certezza assoluta di essere al riparo da traversie imprevedibili, da accuse talmente gravi da frantumare ogni sua prospettiva in un istante. Soprattutto in condizioni straordinarie, che richiedono di oltrepassare i limiti consueti, basta un contatto equivoco per ritrovarsi nell’occhio del ciclone, in una… leggi tutto

3 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
6 stelle

L'odissea giudiziaria ma soprattutto detentiva che ha coinvolto per oltre quattordici anni il giovane mauritano Mohamedou Ould Slahi (interpretato con una certa ispirazione dal bravo Tahar Rahim)sta al centro del nuovo film diretto dall'affidabile Kevin Macdonald, che segna tra l'altro il ritorno sulle scene dopo alcuni anni di Jodie Foster, per l'occasione premiata ai Golden Globe come… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2021
2021

Recensione

0372 di 0372
7 stelle

E' un film di denuncia solido e ben costruito.  Pur incentrato su un caso giudiziario, l'opera cinematografica pone l'accento su fatti che in parte sono (o si crede siano) già noti: ossia la prigione supersegreta di Guantanamo, le prigioni segrete etc. ed è un film di denuncia. Il tema è quello - sempre attuale - della violazione dei diritti umani e delle…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

barabbovich di barabbovich
6 stelle

Tanto di cappello per Kevin MacDonald, che dopo averci raccontato la traiettoria umana e politica del feroce dittatore ugandese Amin Dada e i rapporti tra CIA e nazisti (Il nemico del mio nemico), prosegue sul solco dell’impegno civile e politico con questa terribile storia, in gran parte ambientata nel carcere di Guantanamo, sotto gli auspici di quei criminali di George Bush Jr. e Donald…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

79DetectiveNoir di 79DetectiveNoir
7 stelle

  Ebbene, oggi recensiamo il sorprendente e allo stesso tempo inquietante The Mauritanian, nuova opus cinematografica (attualmente distribuita da Amazon Prime) del valente e sempre più prolifico, inventivo Kevin Macdonald, lo scozzese regista, in crescendo qualitativo, di pellicole assai preziose come State of Play e L’ultimo re di Scozia. Il quale, con questo The…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

L'odissea giudiziaria ma soprattutto detentiva che ha coinvolto per oltre quattordici anni il giovane mauritano Mohamedou Ould Slahi (interpretato con una certa ispirazione dal bravo Tahar Rahim)sta al centro del nuovo film diretto dall'affidabile Kevin Macdonald, che segna tra l'altro il ritorno sulle scene dopo alcuni anni di Jodie Foster, per l'occasione premiata ai Golden Globe come…

leggi tutto
Recensione
Utile per 10 utenti

Recensione

supadany di supadany
7 stelle

Un uomo, per quanto abbia agito nel giusto e nel rispetto delle leggi, non ha la certezza assoluta di essere al riparo da traversie imprevedibili, da accuse talmente gravi da frantumare ogni sua prospettiva in un istante. Soprattutto in condizioni straordinarie, che richiedono di oltrepassare i limiti consueti, basta un contatto equivoco per ritrovarsi nell’occhio del ciclone, in una…

leggi tutto
locandina
Foto
Kevin Macdonald
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito