Espandi menu
cerca
Blade

Regia di Stephen Norrington vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Lina

Lina

Iscritto dal 28 ottobre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 109
  • Post 8
  • Recensioni 1081
  • Playlist 15
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Blade

di Lina
8 stelle

Trasposizione cinematografica del fumetto omonimo che puntando su uno stile moderno, quasi futuristico e con qualche variazione sul genere horror vampiristico si rivela molto interessante ed avvincente grazie alla sua efficace miscela di sangue, tensione, fantasia, eroismo e combattimenti in stile Matrix, che si svolgono tutti in un contesto parecchio suggestivo e dinamico. C'è molta più azione che orrore, ma non mancano sfumature mitologiche d'effetto (la leggenda e la teoria del Dio del sangue in primis) e per gli amanti del gore, c'è un'abbondante presenza di splatter.

E' un film che si distacca volutamente dal genere classico poichè non cita nè ricorda minimamente la strabusatissima leggenda di Dracula e non si rifà assolutamente ai grandi classici del cinema di Christopher Lee, ma racconta la storia di un eore atipico di nome Blade, che essendo nato per metà umano e per metà vampiro, soffre molto a causa di questa sua condizione dato che ha un cuore buono ed altruista, non certo dedito allo spargimento di sangue e all'omicidio. Lui i vampiri infatti non li tollera nè supporta, anzi, li combatte non sentendosi affatto uno di loro e la svolta avverrà quando conoscerà per caso un'ematologa molto esperta che dichiara addirittura di saper curare il 'vampirismo acquisito' (curerà se stessa dopo essere stata morsa infatti) e che forse potrà aiutare anche Blade un giorno. La trama perciò è abbastanza affascinante e per quanto risenta dell'assenza di una love-story tra i due protagonisti principali, si rivela più coinvolgente del previsto perchè possiede qualche buon colpo di scena, un ritmo scatenato, dialoghi mai trascurabili ed un'ottima messa in scena eseguita da attori carismatici e simpatici che caratterizzano perfettamente i loro personaggi - appare in particolar modo curioso ed efficace il diacono Frost,  che per quanto sia il cattivo della situazion, grazie alle sue maniere diplomatiche e sarcastiche sa rendersi alquanto accattivante.

I momenti di suspence non sono molti, ma quei pochi che ci sono (soprattutto verso la parte finale della pellicola) bastano risultando adeguati e poi ci sono ottimi effetti speciali e lotte strabilianti. Nulla appare piatto o banale e tutto funziona come deve. Come film riscosse un buon successo di pubblico tantochè furono realizzati dopo alcuni sequel.

 

Wesley Snipes

 

Un po' freddo come personaggio come da volere di copione, quindi perfetto, incisivo ed è anche un ottimo lottatore, 

 

Stephen Dorff

 

Un cattivo intrigante, simpatico ed incisivo.

 

Kris Kristofferson

 

Molto bravo ed intenso.

 

N'Bushe Wright

 

Non c'è male.

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati