Espandi menu
cerca

Trama

Carl e Yaya, una coppia di modelli, vivono l'entusiasmo della Settimana della Moda di Milano prima di partire per un'esclusiva crociera a bordo di uno yacht nei Caraibi. Mantenuta in maniera impeccabile, l'imbarcazione è pilotata da un capitano di mare marxista e stravagante. La vacanza prende però una piega del tutto inattesa a causa di diversi eventi che si susseguono, da un'intossicazione alimentare a un attacco di pirati. Giunti su un'isola deserta, Carl, Yaya e i pochi altri passeggeri sopravvissuti dovranno abituarsi a vivere sotto le regole di un nuovo leader di gruppo: una cameriera filippina di mezza età.

Commenti (6) vedi tutti

  • I vari personaggi che sembrano così differenti tra loro e ben inquadrati nei "piani alti e piani bassi" (cfr. Gosford Park di Robert Altman), in realtà condividono molto più di quanto credono: una profonda, ineluttabile solitudine. E allora non ci resta che gridare tutti insieme: "IN DEN WOLKEN!". Sperando che qualcuno ci ascolti. Voto: 7,5

    leggi la recensione completa di andenko
  • Non tutto funziona perfettamente, soprattutto nei toni e nell'equilibrio della narrazione, ma è raro di questi tempi trovare un film che osi muovere una critica così radicale e dissacratoria al capitalismo e alle sue derive ideologiche più parossistiche e marcescenti. Una giostra di assurdità all'insegna di un'ironia spesso geniale. Voto 7,5

    commento di rickdeckard
  • Östlund descrive per sottrazione ed eccede nel narrare. Alcuni colpi vanno a segno. Ma l'analisi confusa, che scomoda "Il signore delle mosche", irrita piuttosto che graffiare. Le vere scialuppe sono Harrelson (qui per fini di marketing) e la compianta Dean.

    commento di Dalton
  • Con questo film per la terza volta Ruben Östlund riceve un ambitissimo riconoscimento a Cannes: nel 2014 Forza Maggiore ebbe il premio Un certain Regard; The Square nel 2016 ebbe la Palma d'oro, così come quest'anno Triangle of Sadness. A Cannes, evidentemente, questo regista svedese piace molto.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • fra le aspettative create dalla palma e il rimestare temi già affrontati nel passato dal regista, si vende male un opera di per sé (s)gradevole al punto giusto, comunque intesa a dire qualcosa sulla vanità del mondo che ci gira attorno

    commento di carloz5
  • Östlund tenta la via della satira delle disuguaglianze sociali, tuttavia tuttavia gli viene fuori una farsa indigesta con personaggi - macchiette che si abbassa troppo spesso alla sguaiata grossolanità del cinepanettone, indulgendo in scene di vomito e in inquadrature di liquami che erompono dalle toilette.

    leggi la recensione completa di port cros
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

obyone di obyone
7 stelle

    Alla fine l'ho chiesto: "che roba è sto triangolo della tristezza?!?" Mi viene detto che si tratta dello spazio tra le sopracciglia, appena sopra il naso, ed io annuisco pensando a quale utilità possa avere per me questo tipo di informazione. Decido di immagazzinarla fino a stesura di un pezzo dedicato a "Triangle of sadness", il nuovo film di Ruben Östlund… leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

morbius di morbius
6 stelle

Prima parte interessante incentrata sul vuoto esistenziale di una coppia di giovani modelli interessati solo ad instagram e ristoranti di lusso, seconda parte meno riuscita dedicata ai capricci di alcuni ospiti russi su una crociera esclusiva (troppi i luoghi comuni), terza parte non riuscita dove si vorrebbe mettere in scena il ribaltamento delle classi sociali a seguito naufragio della nave ma… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

alan smithee di alan smithee
4 stelle

FESTIVAL DI CANNES 75 - CONCORSO Essere=apparire. Il mondo della moda è uno dei pochi ambiti in cui la donna è più valorizzata dell'uomo. Una coppia di modelli ed influencer si ritrova l'una a godere di questo status privilegiato, e l'altro a subirlo. Lo stress di quest'ultimo trabocca quando, dopo una cena in un ristorante milanese ove i due partecipano alla settimana… leggi tutto

2 recensioni negative

2022
2022

Recensione

andenko di andenko
8 stelle

Tempo fa partecipai a una giornata esperienziale in un parco preistorico. Dopo aver armeggiato per ore con legnetti, esche e pietre focaie, compresi che, se fossi nato all'Età della Pietra, l'unica mia speranza di sopravvivenza sarebbe stata: sposare la fuochista del villaggio. Le idee geniali sono destinate a essere copiate e, infatti, è proprio su questa intuizione di fondo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
7 stelle

Carl, giovane modello, è fidanzato con Yaya, influencer e modella a sua volta. Dopo aver partecipato alla settimana della moda di Milano, i due vengono invitati su uno yacht di lusso, per trascorrere una crociera insieme ad altri ricconi, dove la prerogativa della crew, gestita dal primo ufficiale Paula, è accontentare ogni desiderio degli ospiti, esaudire qualsiasi richiesta.…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

barabbovich di barabbovich
6 stelle

Prendete Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto, aggiungete una spruzzata di trash in stile L'isola dei famosi, le dinamiche sul modello de Il signore delle mosche e lo humour nero di Parasite: quella che otterrete è l'opera terza di Ruben Östlund, autore di film geniali come Forza maggiore e The Square. Stavolta, però, il regista svedese si perde nella…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

laulilla di laulilla
8 stelle

Il film è suddiviso in tre capitoli (girati fra il sud della Svezia e il mediterraneo della Grecia Jonica e dell'isola Eubea) ai quali corrispondono tre momenti diversi, nel tempo e nello spazio, della storia che ha il proprio centro narrativo nella seconda parte: la prima e l'ultima parte ne costituiscono rispettivamente il prologo e l'epilogo.   Nella sua versione non doppiata,…

leggi tutto

Piaciuti

Mobi di Mobi

Scrivi un testo introduttivo (potrai sempre editarlo in seguito)

leggi tutto
Playlist

Recensione

mm40 di mm40
9 stelle

Carl e Yaya sono giovani, belli e ricchi; entrambi modelli, stanno insieme più per reciproca convenienza che per altro. Carl, tuttavia, si è davvero innamorato e decide di portare Yaya a fare una crociera di lusso per dare una svolta al rapporto. La crociera si rivelerà però un disastro, con un capitano lunatico, un maltempo pesantissimo e persino un attacco…

leggi tutto

Recensione

obyone di obyone
7 stelle

    Alla fine l'ho chiesto: "che roba è sto triangolo della tristezza?!?" Mi viene detto che si tratta dello spazio tra le sopracciglia, appena sopra il naso, ed io annuisco pensando a quale utilità possa avere per me questo tipo di informazione. Decido di immagazzinarla fino a stesura di un pezzo dedicato a "Triangle of sadness", il nuovo film di Ruben Östlund…

leggi tutto

Recensione

diomede917 di diomede917
8 stelle

CIAK MI GIRANO LE CRITICHE DI DIOMEDE917: TRIANGLE OF SADNESS   Dopo la visione di Triangle of Sadness ho capito come mai il Presidente della Giuria, Vincent Lindon lo abbia voluto premiare con la Palma D’Oro. Perché il film di Ruben Ostlund è la somma, in versione paradossale e grottesca, delle tematiche che l’attore francese ha impersonato nella sua…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

lamettrie di lamettrie
9 stelle

Un gran bel film sulla contemporaneità. Gli eccessi mostrati riflettono quelli reali, e possono turbare solo chi ha interesse (economico, mentale…) a non farli vedere.   Denuncia gli stereotipi di minoranze agiate. Critica la stupidità che investe i seguenti pilastri del mondo occidentale: moda, soldi, follower, influencer, fissazioni dell’aspetto fisico in foto,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

morbius di morbius
6 stelle

Prima parte interessante incentrata sul vuoto esistenziale di una coppia di giovani modelli interessati solo ad instagram e ristoranti di lusso, seconda parte meno riuscita dedicata ai capricci di alcuni ospiti russi su una crociera esclusiva (troppi i luoghi comuni), terza parte non riuscita dove si vorrebbe mettere in scena il ribaltamento delle classi sociali a seguito naufragio della nave ma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

Ruben Ostlund è un regista svedese che da noi si è fatto notare soprattutto a partire dalla Palma d'oro per "The Square", prontamente ripetuta con questo "Triangle of sadness", il che porta a pensare che le giurie del festival di Cannes abbiano una predilezione per la sferzante satira antiborghese ed anticapitalista di Ostlund (la prima palma gli è stata assegnata da…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 24 ottobre 2022
locandina
Foto

Recensione

port cros di port cros
4 stelle

  75° FESTIVAL DI CANNES 2022 - IN CONCORSO   Il "triangolo della tristezza" è quello che durante un casting uno stilista consiglia ad un modello di distendere, alludendo ad uno spazio sulla fronte in grado di modificare l'espressione. Il modello poi battibecca con la fidanzata influencer su chi debba pagare il conto del ristorante, se lui per mera adesione ai ruoli…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito