Espandi menu
cerca
L'ombra di Caravaggio

Regia di Michele Placido vedi scheda film

Recensioni

L'autore

penelope68

penelope68

Iscritto dall'11 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 19
  • Post -
  • Recensioni 627
  • Playlist 43
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su L'ombra di Caravaggio

di penelope68
8 stelle

Le biografie sono sempre difficili da rendere , e quella sul pittore più ribelle della storia è compito arduo.

Michele Placido con l' aiuto di due grandi sceneggiatori Sandro Petraglia e Fidel signorile , ci prova e supera bene la prova. 

Nel 1609 Caravaggio è scappato da Roma, e si trova a Napoli protetto dai Colonna. Egli è fuggito perché condannato a morte, dopo aver ucciso in un duello un suo rivale  Ranuccio Tomassoni.

Egli aspetta la grazia del papa che però nel frattempo ingaggia un misterioso agente segreto ( l' ombra appunto di Caravaggio ) per scoprire i fatti del suo passato. Nel frattempo si scopre attraverso vari personaggi che lo hanno conosciuto il suo animo inquieto , il suo talento divino, il suo amore per il  Vangelo, per i poveri , per i diseredati.

La grande rivoluzione del Merisi è infatti quella di raffigurare questi esseri derelitti, sulle tele destinate alla Chiesa e questo non gli fu mai perdonato.

Nel racconto il pittore tra eccessi e vizi, vive la sua vita tra orge e ambienti miseri,  sempre protetto da lontano da Costanza

( Isabelle Huppert) , incontra Giordano Bruno in carcere ( scena intensa e dolente), crea capolavori,  mentre l' agente segreto va a conoscere Artemisia Gentileschi , o Lena la sua modella , una prostituta per interrogarle.

Si arriva così fino a Malta dove Caravaggio viene fatto cavaliere, fino all epilogo finale, che Placido crea con grande abilità. Grande cast in  cui svetta Garrel che nel ruolo dell'agente investigativo è freddo , glaciale  come Scamarcio è passionale e iracondo.  Alcune scene sono memorabili come quello del ritrovamento della fanciulla suicida che ha deciso di annegare e che  darà il volto  a uno dei quadri più famosi , La morte della vergine.

È un film carnale e spirituale insieme, che ha una sua magia e maestria. Chapeau.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati