Espandi menu
cerca
Il collezionista di carte

Regia di Paul Schrader vedi scheda film

Commenti brevi
  • Un grande film classico, ronzante e disilluso.

    leggi la recensione completa di ROTOTOM
  • il titolo italiano non ha nulla a che fare con questo film in cui non ci sono bari con gli assi nella manica. Un film di Schrader non può che essere un film sul fato, sulla caduta, sul riscatto e sulla vendetta.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • La galleria di Schrader si arricchisce qui di un altro personaggio complesso e dalle mille sfumature.Un Oscar Isaac in stato di grazia e volto oscuro di un America tormentata dai demoni Iracheni.Un film secco e lineare, implacabile e giustizialista, dove il "tavolo verde" funziona come contraltare di una vita in cerca di redenzione.

    leggi la recensione completa di GIMON 82
  • Un buon film ma niente di così trascendentale a differenza di ciò che si sente dire in giro. Se proprio volete, il film vale la visione per due sequenze magnifiche di natura lisergica e per le coscione toniche di una Haddish fatalona. Come si suol dire, è però una mezza pugnetta. Appunto, giusto quella.

    leggi la recensione completa di 79DetectiveNoir
  • Visto ieri in sala questo inquietante viaggio fra colpa e redenzione dilatato nei tempi fino all’inverosimile come se Schrader non avesse fretta di arrivare all’inevitabile resa dei conti, è un film quanto mai attuale sorretto dalla prova maiuscola di un Oscar Isaac che deve fare i conti con le macerie morali e i fantasmi del suo passato.

    commento di spopola
  • Un film elegante, asciutto e potente, in cui le tematiche cardine della poetica di Schrader, quali la colpa, la redenzione e il confine tra responsabilità individuale e collettiva, trovano il loro interprete ideale in un magnetico Oscar Isaac, antieroe sofferente la cui alienazione dal mondo è il frutto del disfacimento dell'America contemporanea.

    commento di rickdeckard