Espandi menu
cerca
Sotto il sole di Riccione

Regia di YouNuts! vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 144
  • Post 16
  • Recensioni 9554
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Sotto il sole di Riccione

di mm40
2 stelle

Storielle balneari che si incrociano sotto il sole d’agosto della riviera romagnola.

L’incontro fra la vecchia e la nuova guardia non poteva avvenire che in ‘campo neutro’, con una commediola balneare priva di argomenti, di verve, di morale, di originalità e in sostanza di motivi di interesse. Ecco così Sotto il sole di Riccione, come il popolare ritornello dei Thegiornalisti (il cui leader, Tommaso Paradiso, cura la colonna sonora di questo film e compare in un cameo verso il finale), un lavoro scritto da Enrico Vanzina pensando a Sapore di mare e girato dagli Younuts! pensando ai videoclip – ai tempi del web – di Marco Mengoni e Alessandra Amoroso: una creatura strabica, ma al contempo anche cieca. Vanzina firma il soggetto e, per la sceneggiatura, si fa aiutare da Caterina Salvadori e Ciro Zecca; gli Younuts! sono due videomaker romani provenienti dalla scena rap e fino a questo momento della loro carriera esclusivamente dediti a lavori musicali in cortometraggio: Sotto il sole di Riccione è quindi, logicamente, un filmetto estivo di amorazzi più o meno improbabili girato con discreto ritmo e grande cura dei personaggi sulla scena, nonché un ruolo piuttosto presente per le musiche. Stranamente però non emerge la componente comica, leggera, nonostante la presenza – proprio a tal fine – di Andrea Roncato nell’ennesimo ruolo da anziano playboy, a rappresentare la vecchia guardia anche all’interno del cast, insieme a Isabella Ferrari e Luca Ward. Per quanto riguarda gli attori più giovani troviamo invece Fotinì Peluso, Cristiano Caccamo, Davide Calgaro e Ludovica Martino. Al di là di tutto, senza prendere posizione sul lavoro in sé, una domanda spontaneamente sorge al termine della visione: ma che bisogno c’era? 2/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati