Espandi menu
cerca
Eurovision Song Contest: La storia dei Fire Saga

Regia di David Dobkin vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Paul Hackett

Paul Hackett

Iscritto dal 2 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 70
  • Post -
  • Recensioni 1594
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Eurovision Song Contest: La storia dei Fire Saga

di Paul Hackett
6 stelle

Islandesi della piccola città di Husavik, amici (e qualcosa in più) fin dall'infanzia, Lars e Sigrit sognano da sempre di partecipare all'Eurovision Song Contest con il loro duo chiamato Fire Saga, rimediando al massimo ingaggi nei bar del luogo. A causa di un terribile incidente che stermina i migliori musicisti d'Islanda, la coppia corona finalmente il suo sogno, ma Lars dovrà dividersi tra le sue ambizioni, la severità di un padre che non ha mai creduto in lui e i sentimenti, sempre repressi, della dolce amica Sigrit.

 

Divenuta ormai di culto, grazie alle sue esibizioni all'insegna del kitsch, la principale kermesse canora del Vecchio Continente riceve la consacrazione di una commedia americana, che un po' la prende (bonariamente) in giro in stile Zoolander, e un po' ne celebra i lustrini e gli eccessi. Will Ferrell, diretto dal suo vecchio amico David Dobkin (già regista, tra gli altri, di Wedding Crashers), interpreta una commedia leggera, spassosa, colorata e persino punteggiata da un paio di belle canzoni e qualche battuta rapidamente entrata nell'immaginario collettivo (una su tutte: "play Ya Ya Ding-Dong!"). Niente di indimenticabile, intendiamoci, ma il filmetto funziona bene e raggiunge il suo minimale scopo di intrattenere piacevolmente, complice anche un buon cast (Rachel McAdams, Pierce Brosnan) che coadiuva lo strabordante (forse troppo?) protagonista.

 

Simpatico: 6/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati