Espandi menu
cerca
Baby Rosemary

Regia di John Hayes vedi scheda film

Recensioni

L'autore

undying

undying

Iscritto dal 10 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 90
  • Post 34
  • Recensioni 2552
  • Playlist 51
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Baby Rosemary

di undying
7 stelle

Un titolo non casuale ma speculare al modello cui, in buona parte, s'ispira. Anche qui la protagonista al centro di un complotto perde il senso della ragione, finendo per essere sessualmente disperata e frustrata (non meno che desiderata) a causa di un passato che vanamente tenta di rimuovere, essendogli di fatto ineludibilmente incollato addosso.

 

locandina

Baby Rosemary (1977): locandina

 

Rosemary (Sharon Thorpe) vive una complessa e travagliata sessualità a causa di un passato problematico dovuto al padre che, da piccola, l'ha abbandonata in un orfanotrofio. Trascurando le esigenze carnali del  suo ragazzo John (John Leslie), spinge quest'ultimo a frequentare la prostituta Unis (Leslie Bovee). L'improvvisa scomparsa del padre, unita al tradimento del compagno, conduce Rosemary in uno stato di profonda depressione.

 

scena

Baby Rosemary (1977): scena

 

Regista di film horror (La bara del vampiro), western (Fandango), commedie (Heterosexualis) ed erotici (Sweet trash), John Hayes, prima di arrivare a dirigere alcuni episodi della serie televisiva Tales from darkside, in un paio di circostanze realizza anche cinema hard, celato dietro l'anonimato con lo pseudonimo di Howard Perkins. E si capisce, nel caso specifico, come dietro alla macchina da presa ci stia un cineasta davvero competente. Ruth Price e Virgil Rome sono le due autrici della sceneggiatura che guarda, ovviamente ponendosi in tutt'altra prospettiva, al celebre Rosemary's baby, non a caso uscito poco tempo prima. La produzione opta infatti per ingaggiare Sharon Thorpe nel ruolo di attrice principale, data la vaga somiglianza con Mia Farrow, dovuta alla tipologia fisiognomica che apparenta le due interpreti (gracile e dal volto con tratti di tipo androgino). Mentre John Leslie ricopre il ruolo del fidanzato poliziotto, anch'esso ambiguo e pronto a soddisfare le sue necessità con Leslie Bovee (attrice principale nel successivo Sensual eruption e artefice dell'unica sequenza davvero erotica, quando viene presa da John e lasciata insoddisfatta sul pianerottolo delle scale).

 

br-2-e1402695553565

Sharon Thorpe, eccezionale protagonista di Baby Rosemary 

 

Baby Rosemary si muove - pienamente - sul piano drammatico, con sfumature horror (il prefinale con Rosemary che avverte la voce oltretombale del padre), talvolta in direzione di un nichilismo di raro effetto. Perché è vero che si tratta di un hard, ma i rapporti sessuali vengono messi in scena all'interno di un contesto addirittura funereo (in un paio di circostanze alla camera mortuaria, in presenza del cadavere) e non finiscono mai per soddisfare i praticanti. A cominciare da Rosemary, apparentemente depressa a causa di un passato che non l'abbandona, come dimostrano le foto conservate nella sua cameretta, che la ritraggono bambina in compagnia del padre (fotografie poste in maniera poco chiara in sovrimpressione anche prima dei titoli di coda, poco dopo la messa in atto di un'orgia dal sapore necrofilo); per proseguire con John (ha un orgasmo semicompleto con Rosemary senza penetrarla), Unis (una sensualissima Leslie Bovee, lasciata sul più bello da John sulle scale) e, in genere, tutti i personaggi che incrocia sul suo tormentato cammino.

 

baby-rosemary-3-1

Rosemary (Sharon Thorpe) durante la veglia funebre 

 

La regia, le location, le scenografie e in genere le interpretazioni di tutto il cast artistico, fanno di Baby Rosemary un film accostabile in parte al modello di riferimento ma impregnato di un pessimismo, un malessere esistenziale, che contrasta nettamente con la rappresentazione degli atti sessuali. Film veramente particolare, che si chiude in un finale volutamente indecifrabile e che rende l'idea di quanto fosse davvero brava Sharon Thorpe, attrice di cinema per adulti (42 i film interpretati) che qui e in SexWorld raggiunge altissimo livello, tanto da farla rientrare nel 1985, a pieno diritto, nella Hall of Fame della XRCO.

 

babyrose2big

Sharon Thorpe e John Leslie

 

Curiosità 

 

Durante la veglia funebre due amiche di John abbandonano la camera ardente (nella quale giace il cadavere del padre di Rosemary), per raggiungere la stanza intima del necroforo e fare sesso con il becchino. Sulla parete della stanza risaltano i manifesti di quattro classici in bianco e nero della Universal: FrankensteinDraculaKing Kong e The black cat.

 

baby-rosemary-1976-12781-screenshots-2

John Leslie e Leslie Bovee in Baby Rosemary

 

20200314-161227

Didascalia collocata prima dei titoli di testa, che polemizza sulla censura e sul sistema di tasse americano

 

"Alla fine la vita ti ammazza sempre, ma prima ti impedisce di ottenere quello che vuoi." (Douglas Coupland)

 

downloadfile

 

F.P. 14/03/2020 - Versione visionata in lingua inglese (durata: 79'40")

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati