Espandi menu
cerca
Illusioni perdute

Regia di Xavier Giannoli vedi scheda film

Recensioni

L'autore

EightAndHalf

EightAndHalf

Iscritto dal 4 settembre 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 215
  • Post 52
  • Recensioni 860
  • Playlist 35
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Illusioni perdute

di EightAndHalf
4 stelle

Un giovane poeta diventa giornalista e critico d’arte nella Parigi del XIX secolo. Il mestierante Giannoli vuole evitare a tutti i costi che si tratti di un melodramma incartapecorito di 2h30, quindi nello stesso minutaggio rifà Scorsese proponendo un percorso di ascesa e caduta di un personaggio degno di Jordan Belfort. La voice over che ritma le sequenze più pirotecniche del film esala posticcio già dai primi minuti, mentre disperatamente evita la letterarietà; le sequenze mélo sono ridotte a gelidi campi/controcampi (che vedono coinvolta spesso Cécile de France nel ruolo più scialbo di un’intera carriera) e la metafora del giovane ambizioso che gioca con la corruzione e si rovina con le sue stesse mani tenta bizzarramente di rendere appetibile allo spettatore contemporaneo (ma esattamente a chi poi non si sa) un Balzac meritevole di un respiro meno ammiccante. Le stoccate, poi, alla critica d’arte, per quanto divertenti e simpaticamente riproposte in chiave XIX-siècle, sono sempre parte di questa greve modernizzazione di cui sopra.

Illusions perdues, calderone di star su misura per i César, è cinema francese per i non-francesi in malafede che odiano il cinema francese nella sua accezione più superficiale. 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati