Espandi menu
cerca
Ghostbusters: Legacy

Regia di Jason Reitman vedi scheda film

Recensioni

L'autore

simo84

simo84

Iscritto dal 9 dicembre 2014 Vai al suo profilo
  • Seguaci -
  • Post -
  • Recensioni 40
  • Playlist 1
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Ghostbusters: Legacy

di simo84
8 stelle

Ho sempre amato moltissimo questa serie e non mi spiegavo perché dopo il sequel del 1989, non veniva presa in considerazione una terza parte. La mia delusione, mista al dispiacere, si era concretizzata dal momento in cui il bravissimo Harold Ramis ci lasciava prematuramente nel 2014, e proprio da quel momento in poi si è cominciato a parlare di un terzo film (assurdo!!!). Appena due anni dopo questo triste evento è stato realizzato un remake/reebot al femminile, che ha lasciato in tanti nella quasi totale indifferenza, riducendo in particine quasi insignificanti i protagonisti originali. Mal digerito questo tentativo del 2016, avevo non poche aspettative da questo Legacy (o Afterlife), sopratutto in base a quello che si leggeva della trama o della direzione presa dal film che si collocava come sequel diretto delle due pellicole dell 84 e 89.

Finalmente ieri, dopo una lunghissima attesa, al primo spettacolo disponibile ho potuto ammirare (da unico e solo spettatore in sala) questo attesissimo terzo capitolo, e con mia enorme soddisfazione posso dire che questo film ha largamente superato anche le mie più rosee aspettative essendo praticamente per tutta la sua durata un omaggio ad Harold Ramis, parlando della famiglia del suo personaggio (Egon Spengler) e dei suoi sacrifici per mantenere una normale apparenza al mondo che tutti noi conosciamo. Nel cast spicca la giovanissima Mckenna Grace, piccola cervellona che tanto somiglia al nonno Egon. Inutile dire quanto sia stato soddisfacente rivedere Bill Murray, Dan Aykroyd, e Ernie Hudson rispettivamente nei ruoli di Peter Venkman, Raymond Stantz, e Winston Zeddemore. I richiami al primo film sono infiniti, la parte centrale forse è un pò lenta, ma il finale (sul quale non svelerò nulla) è stato veramente qualcosa di profondo ed emozionante. Non potevo desiderare una conclusione migliore, Il passaggio del testimone dal papà Ivan al figlio Jason Reitman (cresciuto a pane e Ghostbusters) è stato estremamente importante per la riuscita di questo terzo capitolo. Se verranno fuori altri seguiti ancora è troppo presto per dirlo, ma una cosa è certa, io sono stato esaudito, la terza parte di Ghostbusters che per così tanto tempo ho atteso finalmente è arrivata.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati