La conversazione

Trama

Henry Caul è un detective privato a cui si rivolge un uomo d'affari per indagare sulla moglie che lo tradisce. Caul svolge il suo compito con meticolosa freddezza ma quando, analizzando i nastri registrati, si accorge che i due amanti stanno correndo un grave rischio, esita a portare a termine il suo incarico. I nastri però gli vengono rubati e allora decide di raggiungere i due nell'albergo dove si incontrano...

Note

Un Gene Hackman ispirato è il protagonista di questo film con cui Coppola, reduce dal successo internazionale del "Padrino", ritorna a dimensioni produttive più contenute, con risultati altrettanto straordinari.

Commenti (19) vedi tutti

  • Un tecnico del suono specializzato in intercettazioni comincia a fare i conti con la sua coscienza e prova a rimediare alle possibili conseguenze delle sue azioni. Thriller solido e dal ritmo decisamente basso.

    leggi la recensione completa di alfatocoferolo
  • Ottimo Coppola. Grande Hackman

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Io piccolo profano .... ho trovato questo film decisamente noioso. Tutto gira intorno alla medesima registrazione, senza sosta e senza senso. Proprio adesso arrivano i rimorsi di coscienza? Chissà quanti morti a causa delle sue intercettazioni... e si fa pure fregare dalla solita bionda, Un vero pollo, malato di mente!!!

    commento di Brady
  • Coppola realizza un profondo discorso sull'elusività del reale e l'ambiguità del mondo che ci circonda. Vincitore della Palma d'oro, La conversazione è la prova più evidente della grandezza di un regista così importante

    leggi la recensione completa di Stanley42
  • Trama interessante, ma lento, lento, lento, sembra girato al rallentatore, per dare un'idea di riflessivita' nel protagonista ci sono altri metodi oltre che farlo muovere come fosse sott'acqua, mi aspettavo un po' di piu' dall'interpretazione dato che la trama si puo' descrivere in un paio di righe...

    commento di mimimomi
  • Da un'oggettività della visione impossibile da trovare per mezzo della tecnologia derivano grandi responsabilità sociali che collimano drammaticamente con il nulla.

    leggi la recensione completa di Alter Darius
  • Le due palle di Akronte, più le mie e fanno quattro.

    commento di wang yu
  • Voto 7,5. [03.02.2012]

    commento di PP
  • Onestamente mi aspettavo di più da questo film, anche se Hackman è formidabile come già segnalato da diversi commenti. Ma si sa di solito quando le aspettative sono troppo si finisce con l'essere sempre un po' delusi.

    commento di the smiths
  • La trama è buona,ma il film non decolla.Hackman purtroppo in questo film non decolla.Un pò noioso. ( peccato ).

    commento di balder
  • La solitudine del protagonista mi ricorda quella di De Niro in Taxi driver. E anche questo film mi fa provare un forte senso di repulsione…Voto 8.

    commento di Max76
  • Non mi è piaciuto per niente, noiosissimo

    commento di climber
  • Splendido thriller di indiscussa ispirazione hitchcockiana, soffuso e paranoico, impeccabilmente diretto ed interpretato.

    commento di Dalton
  • Una sola parola: inquietante. Gene Hackman è perfetto nel ruolo, caratterizzato da un'aurea di frustrazione per tutta la durata del film. E tra allucinazioni (visive e uditive) e realtà, si perde il senso di ciò che è avvenuto veramente.

    commento di scream
  • grande film teorico e allo stesso tempo angosciante esempio di suspense. il ruolo migliore x Hackman.

    commento di redrum80
  • OTTIMO - Uno dei migliori film di Coppola.

    commento di Tex Murphy
  • 7/8

    commento di nico80
  • ho letto le vostre opinioni ed ho visto il film: due palle immense. per cortesia, lasciamo stare gli accostamenti con "il padrino"…

    commento di akronte
  • Bellissimo tutto il film ed il finale è eccezzionale

    commento di Gold&Blood
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Stuntman Miglio di Stuntman Miglio
8 stelle

"Io me ne frego, sono affari loro, io voglio solo una registrazione chiara". La filosofia di Harry Caul, genio delle intercettazioni, è racchiusa tutta in questa frase. Meticoloso e scrupoloso sino a rasentare la paranoia, dedica tutto se stesso al lavoro evitando contatti umani e sfuggendo qualsiasi tipo di coinvolgimento emotivo possa derivare dai suoi incarichi. Solo, triste,… leggi tutto

41 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

luisasalvi di luisasalvi
6 stelle

Caul è un investigatore privato, “il migliore”, freddo, attento, inventa o perfeziona strumenti e metodi per intercettare le conversazioni, indifferente al loro contenuto. Alle prese, per tutto il film, con quella di una coppia clandestina che teme di essere ammazzata, evidentemente dal ricco marito che ha ordinato a lui l’intercettazione, per caso è indotto a… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

lamettrie di lamettrie
3 stelle

Un film oltremodo sopravvalutato. Ottimo nelle intenzioni, sul controllo che possiamo subire tramite le tecnologie ; ottimo, perché sorprende molto come un thriller deve fare in due delle dodici scene, quelle finali. Ma nelle precedenti dieci scene su dodici è a dir poco soporifero. La noia col passare dei minuti domina sempre di più. Hackman si conferma l’attore di… leggi tutto

2 recensioni negative

Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
7 stelle

Fin dalle prime battute, c'era una sensazione di déjà-vu ma non riuscivo a ricordare dove avessi visto tutta quella cura nelle fasi della registrazione, il primo pensiero è stato andare a fare una ricerca ed ecco spuntare il nome di Brian de Palma e del suo Blow - Out; così scopro che  questa pellicola attinge anche altrove, da Blow Up di…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2017
2017

Pitch & Love

End User di End User

Una macchina bianca procede lentamente in un viale alberato in leggera salita. Pur non essendo pienamente invernale la campagna circostante ha qualcosa di vagamente minaccioso, perlomeno ostile, saranno quegli alberi…

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2012
2012
Il meglio del 2011
2011
Il meglio del 2010
2010

La parola che significa.

Peppe Comune di Peppe Comune

Quando la parola assume un ruolo particolarmente importante nel delineare gli svilupi della storia e il carattere dei personaggi. Quando l'uso corretto e consapevole che se ne fa e il modo in cui viene ordinata le…

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

Il Mio Nemico

Dying Theatre di Dying Theatre

Agli occhi dei Più l'approccio 'pessimistico' nei confronti della Natura Umana è posa detestabile, ingenerosa, da esseri cinici privi di slanci emotivi, o di speranza residua. Ebbene, il sottoscritto nè è,…

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2004
2004
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002

seconde scelte

jzorn67 di jzorn67

quasi tutti i registi hanno un film che diventa la propria icona, li segna e li affianca nelle citazioni, nelle discussioni e nelle memorie... questa è la mia personale lista dei film che hanno mancato questo ruolo,…

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 1974
1974
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito