Trama

La vigilia di Natale, i parigini più fortunati stanno trascorrendo la serata con la famiglia a scartare i regali. Altri, invece, sono a casa da soli a guardare la televisione mentre altri ancora come Serge lavorano. Medico di turno al pronto soccorso, Serge ha dovuto accettare di prestare servizio: del resto, non può prendersi troppe libertà dal momento che rischia di essere radiato per via dei troppi errori commessi. Mentre le visite si susseguono, Serge incontra un paio di volte Malek, fattorino che consegna cibo, anch'egli in servizio. Complice un malessere, Serge chiederà a Malek di prendere il suo posto.

Approfondimento

CHIAMATE UN DOTTORE!: UNO SCAMBIO PROVVIDENZIALE

Diretto da Tristan Séguéla e sceneggiato dallo stesso con Jim Birmant, Chiamate un dottore! racconta la storia dell'incontro tra Serge, un medico di turno la vigilia di Natale, e Malek, un fattorino in servizio durante la stessa movimentata notte. Medico divertente ma al tempo stesso scontroso, Serge è in servizio la sera in cui nessuno vorrebbe lavorare. Seguendo le segnalazioni della centralinista del pronto intervento, si reca volente o nolente in visita nelle abitazioni di coloro che chiamano, compresa Rose, una ragazza che ha conosciuto in circostanze dolorose e con cui condivide il peso di una tragedia famigliare. Tra una visita e l'altra, ha modo di incrociare diverse volte Malek, un giovane che consegna cibo a domicilio, anche lui in servizio e costretto al lavoro. Nessuno sospetta quanto da lì a poco le loro due vite siano destinate a intrecciarsi ponendo le basi di un legame che sarà di beneficio a entrambi. Con la schiena così bloccata da non poter nemmeno camminare, Serge avrà infatti la buffa idea di chiedere a Malek di prendere il suo posto, con tutte le conseguenze (comiche) del caso dovute alla goffaggine e all'inesperienza medica del fattorino.

Con la direzione della fotografia di Frédéric Noirhomme, le scenografie di Emmanuel de Chauvigny, i costumi di Elfie Carlier e le musiche di Grégoire Hetzel, Chiamate un dottore! è una commedia dalle sfumature drammatiche che trae ispirazione da una storia vera, legata alla figura del nonno di Séguéla. Ha raccontato il regista: "Non sono un medico e non ho mai voluto esserlo. Ho però molta ammirazione per i medici e trovo che non esista altra missione più nobile del prendersi cura di chi ne ha bisogno. Perché allora mi sono messo in testa di raccontare la storia di un dottore così disincantato e poco raccomandabile? La risposta ha a che fare con la mia storia personale: mio nonno materno era un medico di paese e, come accade a Serge, con il tempo aveva perso di vista la sua vera vocazione. Da bambino, non capivo come mai fosse sempre triste e di così cattivo umore nonostante avesse il super potere di salvare le persone. Alla figura di mio nonno ha fatto da contraltare quella di un mio amico che, subito dopo la laurea in medicina, ha scelto di lavorare come presidio medico notturno. Non aveva nemmeno trent'anni all'epoca e con il suo scooter si muoveva di notte di casa in casa così com'era: in jeans, scarpe da ginnastica e zaino, un abbigliamento di certo poco consono a un dottore. Ho sempre adorato i suoi resoconti sulle visite, sull'assenza di formalità e sul senso di libertà che sentiva in quel modo di lavorare. Unendo l'esperienza del nonno e dell'amico è nata la figura del medico di notte, su cui ruota Chiamate un dottore!. Il resto della storia la si deve allo sceneggiatore Birmant che, dopo aver visto Lo sciacallo di Dan Gilroy, mi ha chiesto se ero interessato a scrivere qualcosa su un medico di notte che viene sostituito da qualcuno che non sa nulla di medicina. Li voleva che fosse un thriller, io ne ho fatto una commedia: ho subito percepito l'enorme potenziale comico che il falso dottore, atteso come un messia dalle famiglie in difficoltà, porta con sé".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Chiamate un dottore! è Tristan Séguéla, regista e sceneggiatore francese. Figlio del giornalista e scrittore Jacques, Séguéla ha già all'attivo altre due commedie: 16 ans... ou presque e Rattrapage. Sebbene il suo debutto come regista di un lungometraggio avvenga solo nel 2013, ha alle spalle una… Vedi tutto

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
2020
2020
Uscito nelle sale italiane il 7 settembre 2020
locandina
Foto
2019
2019
locandina
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito