Espandi menu
cerca
PadreNostro

Regia di Claudio Noce vedi scheda film

Recensioni

L'autore

barabbovich

barabbovich

Iscritto dal 10 maggio 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 71
  • Post 7
  • Recensioni 2908
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su PadreNostro

di barabbovich
2 stelle

Siamo alla solita bigiotteria spacciata per cinema d’essai, già vista in Good morning Aman: inutili ralenty, riprese in campo lunghissimo con gli archi della colonna sonora a pieno regime, inserti narrativi pretestuosi, come la parentesi calabrese del film.

La vita di Valerio (Garaci), un bambino romano di dieci anni che tifa per la Lazio e per tutto il film indossa la stessa maglietta biancazzurra, viene turbata da un tentativo di omicidio da parte dei Nuclei Armati Proletari ai danni di suo padre (Favino), un vicequestore responsabile della lotta al terrorismo. Per arginare l’ansia che gli deriva dalla paura che al padre possa accadere qualcos’altro, Valerio si rifugia in un mondo immaginario e solipsista.

Il regista Claudio Noce parte da uno spunto autobiografico (vissuto da suo fratello maggiore, giacché - all’epoca dei fatti – lui aveva appena un anno) per condurre lo spettatore in un delirio narrativo nel quale gli anni di piombo vengono ridotti a parodia e in cui gioca una parte fondamentale il ruolo di Christian (Gheghi), una sorta di Lucignolo più grande di Valerio, che non si capisce se sia un personaggio reale o il frutto dell’immaginazione del protagonista. Il resto è la solita bigiotteria spacciata per cinema d’essai, già vista in Good morning Aman: inutili ralenty, riprese in campo lunghissimo con gli archi della colonna sonora a pieno regime, inserti narrativi pretestuosi, come la parentesi calabrese del film.

Per il film a Favino è stato regalata la Coppa Volpi: non che non la meritasse, ma il premio sembra un risarcimento per le altre occasioni perse, visto il ruolo marginale che l’attore romano ha nel film.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati