Espandi menu
cerca
Lenny

Regia di Bob Fosse vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Furetto60

Furetto60

Iscritto dal 15 dicembre 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 33
  • Post -
  • Recensioni 1815
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Lenny

di Furetto60
8 stelle

Biografia di Lenny Bruce con un grande Hoffmann

Passato in tv poche volte ed è un vero peccato. La vita di Lenny Bruce è stata oltremodo esagerata, è stato un personaggio eccentrico, un intrattenitore scatenato, un comico travolgente e scalmanato,dall'eloquio sboccato e  scurrile e dallo stile spudoratamente trasgressivo. Scarse le apparizioni in TV, fu invece molto attivo nei night-club, perlomeno quelli che non lo avevano messo all’indice, in quanto spesso i suoi monologhi erano talmente irriverenti, quando non sfacciatamente osceni e oltraggiosi anche verso il pubblico, che venne messo al bando in parecchi locali, dove gli fu proibito di esibirsi. Amava sorprendere e scandalizzare gli spettatori, suscitando l’indignazione dei benpensanti e grazie alle sue “performance più estreme” collezionò una bella sfilza di denunce e talvolta anche qualche arresto. Spregiudicato sul palcoscenico come nella vita, aveva sposato una spogliarellista, che poi  tradiva sistematicamente, folletto imprevedibile, dotato di grande “appeal” e presenza di spirito, esempio di genio e sregolatezza. I suoi strali erano fulminanti e irriguardosi e avevano come bersaglio preferito "l'establishment"politico, ma in generale tutta la società americana, puritana e benpensante, battute al fulmicotone,  senza freni inibitori, irrispettose, all’insegna dell’improvvisazione, più caustica e mordace. Incarnato magistralmente da Hoffmann e raccontato con stile asciutto dal regista, è un efficace ritratto di un artista singolare, dedito a stravizi di tutti i tipi, inaffidabile e sopra le righe sempre, che soprattutto nei momenti più bui,gli ultimi della sua carriera breve, come breve fu la sua vita, diede l’impressione di sbandare, sbroccando pericolosamente, con dissertazioni logorroiche, che avevano perso la vis  comica,per diventare dei noiosi resoconti, sulle sue  disavventure giudiziarie.I suoi ultimi spettacoli,furono deludenti,preludio di una fine imminente, che evidentemente già si stava maturando. Ciononostante è entrato ed è rimasto nell’immaginario collettivo. 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati