Espandi menu
cerca
Super Me

Regia di Zhang Chong vedi scheda film

Recensioni

L'autore

AndreaVenuti

AndreaVenuti

Iscritto dal 29 dicembre 2014 Vai al suo profilo
  • Seguaci 37
  • Post 36
  • Recensioni 621
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Super Me

di AndreaVenuti
6 stelle

Super Me, Zhang Chong, 2019

locandina

Super Me (2019): locandina

L'esordio in solitaria di Zhang Chong (dopo il drammatico The Fourth Wall, diretto a quattro mani con Zhang Bo) è alquanto raffazzonato con determinati frangenti assolutamente non convincenti tuttavia il regista riesce ugualmente ad inserire e proporre diversi spunti d'interesse; inoltre il lungometraggio è una sorta di mini-saggio in riferimento alle logiche che governano il moderno cinema commerciale cinese ma andiamo con ordine.

Zhang Chong

Super Me (2019): Zhang Chong

Zhang Chong, bisogna dirlo, si è subito trovato tra le mani una patata bollente dal momento che in origine i produttori locali avevano coinvolto nientepopodimenoche dei fratelli Russo, i quali però improvvisamente abbandonano la nave con conseguente congelamento e ritardo del progetto.
Contemporaneamente il film propone un assetto centrale riconducibile al fantasy-horror, genere in Cina in forte espansione ma con regole proprie ben definite in contrasto stesso con il genere in esame (ad esempio il soprannaturale non è contemplato o meglio deve essere razionalizzato e "spiegato").
 
Ad ogni modo il labile confine tra sogno e realtà, il pezzo forte del film, risulta sempre interessante (il protagonista è in grado di materializzare parte del suo sogno) e soprattutto nei primi minuti del film vengono inseriti dialoghi a sfondo pscico-filosofici degni di nota con citazioni preziose da Carl Gustav Jung a Sigmud Freud.
I vari sogni del protagonista (il divo taiwanese Darren Wang) pertanto occupano un discreto minutaggio peccato però che dopo un inizio discretamente avvincente (valide le varie carrellate laterali poste al di là di qualcosa ingabbiando così letteralmente il protagonista) presentano sempre lo stesso schema d'azione molto semplice e alla lunga ripetitivo (Darren Wang ruba oggetti preziosi materializzandoli nella realtà); solo nel finale varia drasticamente abbracciando tinte cupe e orrorifiche.
 
Valida altresì la svolta crime finale, a tratti cattiva, pur risultando del tutto sfilacciata con il resto della storia (attenzione anche il crime cinese ha delle regole precise: i cattivi o meglio qualsiasi azione "ribelle" deve essere punita).
Benissimo ora torniamo su ciò che dicevo nelle prime righe.
 
Zhang Chong conosce molto bene lo star system locale e le sue logiche particolari quindi l'obiettivo primario è accontentare un gran numero di spettatori puntando sull'amalgamazione dei generi più disparati non riuscendo sempre nell'impresa ed infatti le parti drammatiche (soprattutto il voice-over iniziale) e la relazione amorosa del protagonista (una sorta di mix tra teen-movie e video musicale di serie b) sono le parti più deboli e noise. Benino invece la commedia grazie a Bingkun Cao, il quale però imposta la sua performance con l'intento di ricalcare i fasti di un dio locale: Xu Zheng. Mi perderà Bingkun Cao ma non è minimamente paragonabile al super mega-divo Xu Zheng.

Talu Wang

Super Me (2019): Talu Wang

Zhang Chong poi sa bene quanto sia difficile accontentare i censori locali e oltre ad un finale "ad effetto" troviamo una serie di moniti verso i più giovani sicuramente apprezzati dal partito (del tipo: se rubi non la passi liscia amico caro). Messaggi precisi fortunatamente non troppo saccenti ed in linea con la narrazione.
 
Al riguardo interessante la critica sul materialismo/capitalismo oltre ad alcune battute sul mondo dello spettacolo: «solo gli imbroglioni ed i ladri hanno successo» così sentenzia il giovane protagonista.

Talu Wang

Super Me (2019): Talu Wang

Concludendo, se conoscete bene il moderno cinema cinese Super Me potete tranquillamente saltralo altrimenti una visione potrebbe mostravi alcune logiche dominanti del moderno cinema commerciale cinese.
Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati