Espandi menu
cerca
Dies irae

Regia di Carl Theodor Dreyer vedi scheda film

Recensioni

L'autore

steno79

steno79

Iscritto dal 7 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 216
  • Post 21
  • Recensioni 1464
  • Playlist 106
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Dies irae

di steno79
10 stelle

VOTO 10/10  Girato durante l'occupazione tedesca della Danimarca, è un cupo dramma sull'intolleranza e la superstizione, visivamente ispirato alle ricerche dei pittori fiamminghi fra cui Rembrandt. Al di là dei grandissimi meriti di ordine figurativo e formale, ben sottolineati da Andrè Bazin in una sua recensione elogiativa, il film resta un inno alla libertà umana e un grido d'orrore contro il fanatismo religioso e l'ignoranza, ancora attualissimo (se si scorre con attenzione la filmografia di Dreyer, si vedrà che il tema dell'oppressione religiosa è presente in molte opere, da La vedova del pastore alla Passione di Giovanna d'arco a Ordet, divenendo una costante forse legata ad esperienze autobiografiche). Memorabile il finale, con la protagonista costretta a confessare la sua "colpa" inesistente in un'atmosfera da inquisizione, ma le scene da citare sarebbero molte, a partire dalla passeggiata dei due innamorati fra i campi di grano (uno dei pochi momenti di serenità di tutto il film) per arrivare al terribile momento della morte del pastore Absalon. Nonostante il ritmo lento, è un film di notevole potenza drammatica e di rigoroso impianto figurativo, da annoverare fra i capolavori del regista. Intensa interpretazione della protagonista Lisbeth Movin, volto perennemente angosciato che non si apre quasi mai al sorriso; al suo fianco, nella parte del figlio del pastore, troviamo un tale Preben Lerdoff, attore sconosciuto in Italia ma che gli ammiratori di Dreyer ricorderanno come Johannes nell'altro suo capolavoro Ordet.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati