Espandi menu
cerca
L'uomo invisibile

Regia di Leigh Whannell vedi scheda film

Commenti brevi
  • Ottima la regia di Leigh Whannell per questo thriller ed anche l'interpretazione dell'"ancella" Elizabeth Moss, attrice ormai affermata. Sulla scrittura invece, assai grossolana, ha risparmiato, evidentemente gli mancava il tempo e/o i soldi. Peccato.

    commento di bombo1
  • Rivisitazione aggiornata ai tempi che corrono di uno dei personaggi classici della fantascienza: effetti speciali, tensione, colpi di scena e una protagonista convincente, lasciano soprassedere su alcune lacune della trama.

    commento di Fanny Sally
  • Leigh Whannell organizza una folta schiera di stereotipi, cliché e dispositivi tanto narratologici quanto tecnico-artistici facendo nascere una discreta, a tratti buona serie B che, travestendosi da serie A, perde alcuni connotati duri e puri senza acquisirne di nuovi e ulteriori relativi ad un discorso politico-sociale. E poi: Elisabeth Moss.

    leggi la recensione completa di mck
  • Filmetto telefonato e inverosimile...mai un minuto di suspense.

    commento di TexMurphy
  • Non un remake, ma una rilettura ancora più terrificante dell'originale.

    leggi la recensione completa di kinemazone
  • Thriller, horror e fantascienza un mix di generi accompagnati da una buona dose di suspense, un'ottima regia e un'ottima interpretazione della protagonista

    leggi la recensione completa di Infinity94
  • bello ,teso,con una suspence particolare...diverso ma nulla da invidiare a quelli usciti nel passato.

    commento di ezio
  • In una recensione della BBC c'è un aggettivo che da solo descrive tutto il film: perfunctory - (of an action) carried out without real interest, feeling, or effort.

    commento di tricker
  • Voto 6, ritoccando un po gli effetti speciali e dando più enfasi a certe scene sarebbe diventato, a mio parere, un film molto piu godibile!

    commento di Blogger007
  • Un'opera intensa e davvero terrificante che aggiorna un classico dell'horror con intelligenza e perizia. voto 7.

    commento di interista75
  • il film parte relativamente realistico per approdare a una sospensione dell'incredulità alla lunga intollerabile...ma in questo tipo di film lo si può anche mettere anche in conto. quello che è invece imperdonabile è la costante prevedibilità delle soluzioni di regia e, soprattutto, di scrittura. peccato mortale per un thriller.

    commento di giovenosta
  • Strepitoso risultato al box office, per l'ennesima inguardabile produzione targata Blumhouse. Un innocuo e lunghissimo rifacimento di un classico, girato male e con effetti speciali in stile computer grafica Anni 2.000. Terribile!

    leggi la recensione completa di undying