Espandi menu
cerca
Il visionario mondo di Louis Wain

Regia di Will Sharpe vedi scheda film

Recensioni

L'autore

obyone

obyone

Iscritto dal 15 dicembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 75
  • Post 3
  • Recensioni 366
  • Playlist 14
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Il visionario mondo di Louis Wain

di obyone
6 stelle

 

Benedict Cumberbatch

Il visionario mondo di Louis Wain (2021): Benedict Cumberbatch

 

"The electrical Life of Louis Wain" racconta la storia dell’artista inglese Louis Wain attivo durante l’epoca vittoriana e poi fino al 1939, anno della sua morte. Celebre in patria per i disegni che avevano per soggetto i gatti, Wain era un prolifico vignettista, disegnatore, scrittore ed improbabile scienziato. È Benedict Cumberbatch, anche produttore del film, a vestire i panni dell’eccentrico artista che non ebbe affatto una vita facile. Unico figlio maschio in famiglia, Louis dovette provvedere al mantenimento della madre vedova e di cinque sorelle che non si sposarono mai. Louis non aveva l’indole del capofamiglia, era iperattivo, ingenuo e sembrava vivere in un mondo alieno, cosa che, spesso, gli veniva rinfacciata dalla sorella maggiore Caroline colei che aveva preso le redini della famiglia nonostante fosse il solo fratello a portare in casa i soldi per mantenerne le sorti. Nonostante le stranezze che lo rendevano unico Wain riuscì a vivere una vita artistica assai produttiva soprattutto dopo aver trovato, con la moglie Emily, un gatto abbandonato che chiamò Peter. La musa dell’artista, per una volta, non fu la consorte bensì il micio che dapprima venne riprodotto con smorfie e sguardi antropomorfi per poi apparire in posizione eretta nell’intento di compiere azioni umane. I gatti divennero molti, fecero la fortuna di Wain e divennero anche lo specchio della sua mente afflitta da visioni ed incubi.

 

Claire Foy

Il visionario mondo di Louis Wain (2021): Claire Foy

Benedict Cumberbatch

Il visionario mondo di Louis Wain (2021): Benedict Cumberbatch

 

Il film di Will Sharpe si fa notare per la ricostruzione storica e per l’interpretazione del protagonista che conferisce al personaggio il disagio di una condizione psichica sempre al limite del deterioramento. A tal proposito lampante risulta la scena della traversata ocenanica nella quale un rubinetto aperto ed un tappo sul lavabo si trasformano in un naufragio del raziocinio. Probabilmente schizofrenico, ma secondo alcuni soggetto alla sindrome di Asperger, Wain dovette combattere contro i demoni interiori fino alla morte senza che questi ne viziassero l’estro creativo che rimase costante nel tempo, lasciando, semmai, trapelare il disagio mentale in una maggior astrazione pittorica.

Cumberbatch dona sensibilità e tenerezza a Louis ragalandosi una grande interpretazione che dimostra, specie se comparata a quella opposta e complementare de “Il potere del cane”, la sua versatilità e la sua bravura di interprete. Il film tuttavia non dà mai l’impressione di spingersi oltre il genere del bio-pic. L’agiografia è una tentazione forte mentre alcuni passaggi nella scrittura sono troppo bruschi. Mi riferisco, per esempio, alla sequenza in cui Wain è ricercato ed osannato dai suoi committenti, che lascia spazio alla successiva, introdotta da uno stacco netto di montaggio, in cui il disegnatore è steso a terra nella sua casa tra gli escrementi dei felini e l’ignavia della sua condizione psico-fisica. Più in generale il film sembra superficiale nel prediligere la malinconia di un'epoca alla drammaticità di una vita consumata negli affanni. Un difetto, forse, che non permette di immedesimarsi, appieno, con l’uomo e la sua condizione. Nel complesso sufficiente anche se la scarica elettrica che lo pervade possiede l'energia sufficiente ad accendere a una piccola lampadina.

 

Amazon Prime Video

 

Benedict Cumberbatch, Claire Foy

Il visionario mondo di Louis Wain (2021): Benedict Cumberbatch, Claire Foy

 

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati