Espandi menu
cerca
Confessione di un commissario di polizia al procuratore della Repubblica

Regia di Damiano Damiani vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 154
  • Post 16
  • Recensioni 10432
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Confessione di un commissario di polizia al procuratore della Repubblica

di mm40
6 stelle

E' un lavoro onesto e coraggioso, questo di Damiani, con una coppia di ottimi interpreti come Martin Balsam e Franco Nero ed un preciso intento di lucida critica sociale; siamo nell'Italia dei primi anni settanta e le tensioni politiche, all'alba della triste stagione del terrorismo, si accostano alle faide di mafia nella Sicilia in cui il film è ambientato. Lo scontro fra i due protagonisti, cioè un commissario ed un procuratore, rappresenta innanzitutto uno scontro ideale fra mentalità simili per quanto riguarda i fini (sradicare la criminalità nel territorio), ma molto distanti dal punto di vista dei mezzi adottati; sul piano fisico lo scontro non avviene, ma le parole che i due adottano per dichiararsi reciproca disistima sono sostanzialmente macigni (il commissario sarebbe disposto a calunniare il magistrato, se questo decidesse di interferire a modo suo nelle indagini). E' così che quindi abbiamo in primo piano non tanto una lotta fra buoni e cattivi, quanto un vero e proprio duello - in chiave western, ma diluito, ridimensionato dalle circostanze - fra il buono totale (Nero, il procuratore) ed il buono corrotto dall'ambiente, disposto alla violenza per combattere la violenza ed all'illegalità per fronteggiare l'illegalità (Balsam, il commissario). Sceneggiatura di Damiani-Laurani-Gicca Palli; il ritmo c'è; bel commento sonoro di Riz Ortolani. 6/10.

Sulla trama

Duello fra un magistrato ed un commissario di polizia in Sicilia: l'omicidio di un mafioso pare aver avuto la complicità proprio del secondo. Che, nonostante cerchi di coprire e sabotare le indagini del primo, finirà in galera, dove sarà presto ucciso.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati