Espandi menu
cerca
La notte dei morti viventi

Regia di George A. Romero vedi scheda film

Recensioni

L'autore

giurista81

giurista81

Iscritto dal 24 luglio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 23
  • Post -
  • Recensioni 1615
  • Playlist 109
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La notte dei morti viventi

di giurista81
8 stelle

Pellicola che ha fatto la storia del genere horror e non solo introducendo tutta una serie di aspetti che saranno sviluppati in seguito dallo stesso Romero (nella fantasmagorica quadrilogia dedicata agli Zombi) e da moltissimi altri registi di genere (Fulci, Lenzi, Yuzna, Gordon, Boyle etc etc). Eccellente e futuristica (nel senso che introduce degli argomenti nuovi per il periodo) la sceneggiatura (voto: 9) che introduce, credo per la prima volta, il soggetto degli Zombi intesi come morti resuscitati affamati di carne umana eliminabili soltanto con un colpo di arma da fuoco alla testa. Oltre a questo, viene introdotto anche il tema (che sarà sviluppato in particolare da John Carpenter) del gruppetto di individui che x difendersi da un pericolo si asserragliano in una sorta di fortino attendendo con timore gli assalti nemici. George A. Romero si avvale sin da questa sua prima opera dello splatter e lo fa con una serie di scene in cui gli zombi si cibano di carne (ovviamente non si raggiungono le vette di “Zombi”), presente anche un cruento (x l’epoca) omicidio posto in essere da una bambina ai danni della madre. Da sottolineare anche la critica sociale (aspetto innovativo x il genere) che il regista ha inteso sottolineare, specie nella parte finale, con questa opera che quindi non è di mero intrattenimento (come, invece, faranno tutti i registi successivi che si occuperanno del tema, eccezion fatta per Joe Dante con il suo recentissimo “Home coming”). Dopo aver evidenziato gli aspetti più importanti dell’opera bisogna anche dire che sono ravvisabili una serie di pecche dovute essenzialmente al fatto che Romero fu costretto a realizzare il film con un budget modestissimo. Infatti, “La Notte dei Morti Viventi” sembra, da un punto di vista tecnico, un film girato negli anni 40/50 (si pensi che nel ’68 uscì nelle sale un certo “2001 Odissea nello Spazio” e le differenze tra i due film sono abissali) che si avvale di una colonna sonora (voto: 5), a mio avviso, pessima e di una serie di attori che sicuramente non eccellono (a parte il protagonista Duane Jones sicuramente più che sufficiente). La regia di Romero, pur essendo discreta, non è eccezionale e indubbiamente le sue opere successive sotto questo punto di vista sono sicuramente migliori. In definitiva, questo film è una pietra miliare del genere horror che ogni amante del genere, ma non solo, deve vedere almeno 1 volta x i motivi sopra esposti e x la geniale e innovativa sceneggiatura, tuttavia a mio avviso “Zombi” è decisamente superiore (grazie probabilmente alle differenze economiche di produzione). Da segnalare che il mago di effetti speciali Tom Savini ha realizzato un remake della pellicola che xò non ho ancora visionato. Voto: 8

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati