Espandi menu
cerca
Radiofreccia

Regia di Luciano Ligabue vedi scheda film

Recensioni

L'autore

steno79

steno79

Iscritto dal 7 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 212
  • Post 21
  • Recensioni 1432
  • Playlist 106
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Radiofreccia

di steno79
7 stelle

Onesto esordio alla regia del rocker Luciano Ligabue con una storia ambientata negli anni '70 di vago sapore autobiografico tratta da alcuni racconti del suo libro "Fuori e dentro al borgo". La storia di Ivan detto Freccia e del suo malessere esistenziale che sfocerà nella dipendenza dalla droga, in parte alleviata dalla militanza in una delle prime radio libere, è raccontata con uno slancio sincero e senza calcare troppo la mano su stereotipi abusati: Ligabue si è fatto assistere per la parte tecnica dall'aiuto-regista Antonello Grimaldi e dal direttore della fotografia Arnaldo Catinari, ma la sua regia rimane molto "stylish", per dirla all'inglese, e cattura bene l'atmosfera del tempo grazie anche alla felice scelta delle location e ovviamente alla colonna sonora in cui si ascolta molto rock, efficacemente sincronizzato con le immagini. A voler essere pignoli i difetti si troverebbero facilmente, poiché la sceneggiatura rimane alquanto rigida nella definizione di vari personaggi e delle loro dinamiche psicologiche, ma il trasporto emotivo non manca, così come qualche sequenza da antologia, in particolare il monologo di Freccia sulle cose che lo aiutano a tirare avanti, che sembra una versione aggiornata di quello analogo di Woody Allen in "Manhattan". Bravo Stefano Accorsi in quella che rimane una delle migliori prove di tutta la carriera- una performance esuberante e carismatica che gli valse il David di Donatello come miglior attore protagonista- mentre fra i caratteristi si apprezza soprattutto Luciano Federico, sensibile nel ruolo di Bruno, il migliore amico di Freccia. Per i nostalgici dei Seventies il film sarà un vero invito a nozze.

voto 7/10

 

Stefano Accorsi, Patrizia Piccinini

Radiofreccia (1998): Stefano Accorsi, Patrizia Piccinini

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati