Espandi menu
cerca
Giro di lune tra terra e mare

Regia di Giuseppe M. Gaudino vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 276
  • Post 184
  • Recensioni 4742
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Giro di lune tra terra e mare

di alan smithee
8 stelle

Locandina

Giro di lune tra terra e mare (1997): Locandina

Il tempo annienta le cose, disgrega la materia, a volte rende più prezioso ciò che resta, ciò che resiste al suo passaggio inesorabile e perpetuo. La storia, le vicissitudini di una famiglia di umili pescatori, costretta negli anni Settanta a cambiare casa dopo casa, vittima di movimenti del terreno, tra bradisismi e veri e propri terremoti, costringendola ad un esodo che finisce per sradicarla dalle proprie origini, a cui peraltro ogni membro della famiglia è fieramente legato, formisce l'opportunità al bravo regista Giuseppe Gaudino, di raccontarci, con uno stile che alterna narrazione dal forte impatto realistico, alla documentazione dei riti e dei costumi dell'antica tradizione campana, le vicende di un'Italia preziosa ed antica che si sta letteralmente disgregando verso il mare.

Tina Femiano, Aldo Bufi Landi

Giro di lune tra terra e mare (1997): Tina Femiano, Aldo Bufi Landi

scena

Giro di lune tra terra e mare (1997): scena

Un patrimonio inestimabile che va letteralmente sfaldandosi, assieme alle tradizioni, alla cultura di un'Italia d'altri tempi che non riesce più a tenere il passo ed il confronto con la nuova lineare (ed orrenda) edilizia popolare che si sviluppa in pianura, nelle zone un tempo abbandonate o lasciate ai campi e all'agricoltura, ora aggregati di civiltà che tutto appiattisce in nome della comodità e del consumismo più sfrenato.

Tra narrazione e fiaba popolare, leggenda e realismo schietto che non romanza ma racconta il vero della quotidianità più schietta, incalzato dalle testimonianze dialettali dei diretti interessati, Giro di lune tra terra e mare è stato uno dei più rivoluzionari, innovativi e sperimentali film italiani presentati in concorso al Festival di Venezia nell'ultimo ventennio. 

Un incalzante successione di eventi e situazione verghiane trasferite nella Pozzuoli pregiata e ricca di storia, ma pure devastata dalla inevitabile decadenza, che l'incuria e la mala gestione non aiutano a contrastare ma anzi incoraggiano ed incitano.

scena

Giro di lune tra terra e mare (1997): scena

Giuseppe M. Gaudino, Vincenza Modica, Tina Femiano, Antonio Pennarella (fuorisce

Giro di lune tra terra e mare (1997): Giuseppe M. Gaudino, Vincenza Modica, Tina Femiano, Antonio Pennarella (fuorisce

Quasi un ventennio dall'ultimo recentissimo Per amore vostro, che ha segnato il ritorno di Gaudino al medesimo festival, e che al confronto di questo suo primo, sembra una fiction pura, che tuttavia denota, come "Giro di lune", la medesima passione che l'autore ripone per i virtuosismi visivi, le sovrapposizioni di immagini, come a formare un vortice impressionista che risulta una soluzione efficace e geniale per rappresentare un disagio, esteriore e quasi fisico come in questo film, o invece più intimo ed introspettivo come nel film intenso e riuscito con Valeria Golino.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati