Espandi menu
cerca
Rifkin's Festival

Regia di Woody Allen vedi scheda film

Recensioni

L'autore

barabbovich

barabbovich

Iscritto dal 10 maggio 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 77
  • Post 7
  • Recensioni 3118
  • Playlist 4
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Rifkin's Festival

di barabbovich
5 stelle

Il newyorchese Mort Rifkin (Shawn) decide di accompagnare sua moglie (Gershon), ben più giovane di lui, al Festival del cinema di San Sebastian, in Spagna. Lei è un’addetta stampa molto (troppo) interessata a un giovane regista emergente (Garrel). Lui un uomo disincantato che scopre nuove emozioni quando conosce una giovane dottoressa spagnola (Anaya). Le bugie reciproche non si contano.

Scritto e diretto con il pilota automatico da un Woody Allen che, superata l’ottantina, continua a macinare film, Rifkin’s Festival è un film senile nel quale l’alter ego del regista sembra andare a caccia dell’ultima emozione possibile. Nel film troviamo i caratteri tipici del cinema del regista newyorchese: l’amore per la settima arte (declinato a suon di citazioni, una leccornia per i cinefili), il contrasto di genere, le relazioni impossibili, le battute tipicamente jewish, l’ipocondria. Come tutto il suo cinema, anche stavolta Allen riesce a confezionare un racconto fluido e snello, sul quale aleggia un’evidente malinconia.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati